Pesca sportiva, sulle spiagge di Ugento e Salve il “Trofeo Salento”: ecco i vincitori

718

Ugento-Salve – Il litorale jonico ha ospitato domenica 7 aprile la 31ª edizione del Trofeo Salento. La gara nazionale di surfcasting (pesca sportiva dalla spiaggia), appuntamento ormai fisso e atteso dagli appassionati di tutta Italia, nonostante le incerte condizioni meteo-marine si è regolarmente svolta sulle coste di Ugento (Torre San Giovanni, Torre Mozza, Lido Marini) e Salve (Pescoluse).

Marco Pisacane

Trentun’anni non sono pochi – afferma Marco Pisacane, presidente dell’associazione organizzatrice Over Fishing Salento di Nardò – e anche in quest’edizione abbiamo raggiunto il numero massimo di box stabiliti. Un grazie di cuore a tutti gli amici che ci hanno onorati della loro presenza”.

Centoventi in totale i pescasportivi, fra i quali spicca il nome di Giuseppe Carluccio (di Poggiardo), primo nella classifica individuale con la preda più pesante, che gli ha consentito di staccare notevolmente il secondo e terzo classificato, ovvero Alessandro Cairo (di Gemini) e il fasanese Angelo Rubino. Nella graduatoria riservata ai box, gradino più alto del podio per il team poggiardese Over Sea “Le Pilane” (Cristian Logno, Giuseppe e Renato Carluccio), che ha preceduto Martina Franca (Angelo Rubino, Domenico Pinto, Fabio Armenise) e la novolese Black Marlin Team 2007 (Gianni Agrimi, Roberto Imbriani, Alessandro Cairo). Medesimi piazzamenti per la classifica finale riservata alle società.

Pubblicità

La prima edizione del Trofeo Salento risale al 4 marzo 1988 e all’epoca furono 85 i partecipanti. “Pensavamo di terminare il nostro percorso – aggiunge Pisacane – ma l’affetto della gente e la volontà di dire a noi stessi, tutti noi, che non siamo ancora da pensione, ci ha fatto porre un altro traguardo, ancora più difficile da raggiungere e per il quale c’è bisogno di una raccomandazione divina: quota 50”.

Incassi in beneficenza. L’Over Fishing Salento, come di consueto, non si è fatta mancare l’aspetto solidale e ha versato un assegno di 200 euro nelle casse dell’associazione Cuore Amico. Il Trofeo Salento è dedicato al compianto Giovanni Longo, per anni organizzatore dell’evento, a cui i componenti della società neretina erano fortemente legati da un sentimento di amicizia tramutatosi in riconoscenza.

Pubblicità