Pesca illecita: sanzione da 2.000 euro da parte della Guardia costiera

356

Porto Cesareo – Sanzione da 2.000 euro per un pescatore che a Porto Cesareo, sulla riviera di Levante, stava utilizzando una rete da posta di circa 80 metri. Ad intervenire sono stati ieri mattina i militari della Guardia costiera di Torre Cesarea che hanno sorpreso l’uomo, in pieno giorno, intento in attività di pesca in prossimità della costa con un attrezzo non consentito, incurante della normativa che disciplina il settore.

L’ attrezzatura di tipo professionale, illecita per la pesca sportiva, è stata posta sotto sequestro e al pescatore è stato elevato un verbale amministrativo di 2.000 euro.
Nella stessa giornata, sul versate adriatico, la Guardia costiera è intervenuta per recuperare una rete di circa 200 metri collocata abusivamente nei pressi della Grotta della Zinzulusa, a Castro.

Le operazioni del Compartimento marittimo di Gallipoli

Nel Compartimento marittimo di Gallipoli, solo ad aprile c’è stato il sequestro ed il rigetto in mare di circa 4.000 ricci di mare. La Capitaneria di porto di Gallipoli fa sapere che continuerà i controlli via mare e via terra su entrambi i litorali salentini raccomandando il rispetto delle disposizioni vigenti in materia di pesca, salvaguardia dell’ambiente marino e sicurezza della navigazione.