Pesca con la canna: fanno tappa a Gallipoli quattro gare dei Campionati mondiali. Si comincia domenica

1035

Gallipoli – Si avvicina per Gallipoli l’atteso appuntamento coi Campionati mondiali di canna da natante, in programma dal 21 al 28 settembre nelle acque joniche. Quattro i prestigiosi titoli che saranno assegnati in Salento: il 55° World Championship Boat Angling Senior e il medesimo riconoscimento riservato agli under 21, entrambi sia per l’atleta che per la nazione vincitrice.

L’evento è nato dalla sinergia tra il Circolo della vela di Gallipoli, guidato dal presidente Bartolo Ravenna, e dalla società sportiva di Nardò Over Fishing Salento di Marco Pisacane, che nel corso dei suoi 35 anni di attività ha organizzato nel territorio innumerevoli manifestazioni e campionati, ospitando oltre 15mila persone non residenti in Puglia ed in periodi di media e bassa stagione.

Promotori il Circolo della vela di Gallipoli e l’Over Fishing di Nardò

I campionati mondiali di canna da natante, però, vanno oltre il mero aspetto sportivo, come sottolineato dal sindaco della “Città bella” Stefano Minerva: “Il rispetto dell’ambiente, con particolare attenzione a quello marino, il principio di solidarietà contribuendo a donare un sorriso alle persone in difficoltà ed ai bambini diversamente abili, ed il tema della cultura in generale, dello sport, delle tradizioni del territorio: parliamo di temi che dovrebbero essere portati avanti con forza in qualsiasi evento”.

Pubblicità

La pesca sportiva, in Italia e nel mondo, è tra le prime cinque attività riconosciute dagli organismi olimpici, l’Italia è al primo posto nel ranking mondiale e conta circa 250mila  associati.

L’Over Fishing Salento, che ha ottenuto due titoli italiani per società ed atleti, nonché il riconoscimento del Coni con la Stella di bronzo al merito sportivo, sottolinea come “studi di settore internazionali abbiano sancito che il beneficio diretto all’economia locale ed indiretto a quella nazionale sia di notevole importanza”.

Un movimento economico e turistico intressante 

“Uno studio attinente le competizioni da spiaggia – aggiunge la società di Pisacane – stabilisce in € 6.500 al kg il beneficio diretto all’economia locale. La manifestazione di quest’anno, per esempio, avrà in termini di ricaduta un beneficio diretto all’economia locale di oltre € 200mila”. Senza trascurare, data la rilevanza internazionale dei mondiali, la ricaduta in termini di promozione turistica dell’intera Puglia.

Il programma I mondiali di pesca sportiva prenderanno il via alle ore 10 di domenica 22 settembre con la riunione dei capitani dei team e si chiuderanno alle ore 19 di venerdì 27 settembre con la cerimonia di premiazione, la cena di gala e lo spettacolo musicale. Il 28 la partenza dei concorrenti.

(nelle foto dal basso, Marco Pisacane e Stefano Minerva; sopra, una gara organizzata dalla società sportiva neretina)

Pubblicità