Per l'”Aldo Bello” studenti alla prova

995

Cosimo Mudoni presidente ass.ne Autori MatinesiMATINO. Hanno partecipato in 51 – provenienti dalle classi IV e V degli Istituti superiori della provincia di Lecce tra cui Gallipoli, Parabita, Tuglie, Ugento, Racale, Taviano, Taurisano, Alliste, Melissano e Casarano – al primo Premio giornalistico “Aldo Bello”, promosso da Banca popolare pugliese, associazione Autori matinesi e col patrocinio del Comune di Matino e della Provincia di Lecce.

I partecipanti sono stati  selezionati, consegnando agli organizzatori i verdetti per la cerimonia del 7 giugno prossimo  (in programma alle ore 19 presso il centro Mirabilia di via Bolzano) da Rita Magnani, vicecaporedattore di Televideo Rai; Ada Bello Provenzano collaboratrice della rivista “Apulia” (diretta per 37 anni dallo stesso Bello); Fernando D’Aprile, direttore di “Piazzasalento”; Nicola Apollonio, direttore di “Espresso Sud” e Fabio D’Astore, presidente della “Dante Alighieri” di Casarano. A progettare il concorso è stato il gruppo di coordinamento composto da Vito Primiceri, direttore della Bpp; Sergio Bello, collaboratore di “Apulia”; Elio Romano, cardiologo; Aldo D’Antico, presidente del “Laboratorio” di Parabita; Antonio Errico, scrittore e dirigente scolastico; Cosimo Mudoni (foto), presidente del centro studi “Aldo Bello”, nato nel 2012 all’interno dell’Associazione autori matinesi.

«Lo scopo è quello di conservare nel tempo – dice Mudoni – la memoria e le opere dell’apprezzato giornalista ed appassionato meridionalista, ma anche di contribuire al dibattito sui problemi del nostro Salento in un contesto nazionale ed europeo». Finalità del premio è quella di approfondire la conoscenza nei giovani della figura di Aldo Bello e di sviluppare la riflessione su problematiche e prospettive del territorio salentino. Ai primi tre vincitori premi in denaro da 500, 300, e 200 euro (messi a disposizione della Popolare) e ai rispettivi docenti un tablet ciascuno offerto dalla famiglia di Aldo Bello.