Parabita – Incentivare lo sviluppo di un corretto rapporto uomo-animale e favorire la collaborazione con servizi ed enti pubblici e privati che operano a difesa degli animali. Questi gli obiettivi della nuova associazione parabitana “Salento Bully” presieduta da Francesco Imbriani.

La spirito di questa “Onlus” non è soltanto quello di accomunare la razza canina dei “Bulldog francesi” presenti sul territorio ma anche quello di favorire la ricerca, lo studio e la divulgazione delle tematiche animaliste e ambientaliste. In questa direzione, si inserisce anche la promozione e l’organizzazione di attività come quello della “Pet therapy” ed interventi educativi e formativi in materia di tutela ambientale.

Ad affiancare il responsabile di questa realtà, sarà la vice presidente Barbara Carbone di Casarano. Il Consiglio direttivo invece è composto dalle segretarie Erika Marsano di Matino, Alessandra Greco di Parabita e dal tesoriere Davide Occhilupo di Gallipoli. A gestire le pubbliche relazione saranno Chiara Cino di Calimera e il parabitano Elia Gabrieli.

Pubblicità

«L’obiettivo della “Salento Bully” è anche quello di proporre alle istituzioni del territorio, la riqualificazione o la realizzazione di appositi spazi verdi da poter riservare agli amici a quattro zampe. Gli interessati, potranno seguire le nostre iniziative consultando i canali social dell’associazione», afferma il presidente Imbriani.

 

Pubblicità

Commenta la notizia!