Per i 50 anni del Premio Barocco a Gallipoli arriva pure la Fanfara dei bersaglieri

Tra i premiati Gigi D'Alessio, Paolo Ruffini, Livia Turco, Simone Cristicchi e l'imprenditore Antonio Sergio Filograna

1186

Gallipoli – Parata di stelle e di “eccellenze” per i 50 anni del Premio Barocco. La serata di gala del 25 maggio prossimo al Teatro Italia sarà condotta, per il quarto anno consecutivo, dal giornalista del Tg1 Francesco Giorgino affiancato dalle incursioni del trio comico salentino delle Ciciri e Tria.

A Gigi D’Alessio verrà consegnato il premio Barocco d’Oro, fino ad oggi finito soltanto nelle mani di Sophia Loren. Il cantante napoletano (già premiato nel 2009) verrà insignito dell’importante riconoscimento “per il particolare affetto dimostrato da sempre nei confronti del premio Barocco e della Puglia in generale”. C’è attesa, inoltre, per conoscere il personaggio al quale verrà consegnato il premio “alla carriera”: sarà il patron Fernando Cartenì a svelare il nome tra qualche giorno.

La Galatea salentina opera del maestro Egidio Ambrosetti andrà a premiare anche l’attore Paolo Ruffini, il giornalista Paolo Liguori, il gruppo musicale dei Boomdabash (reduci da Sanremo), il cantautore Simone Cristicchi e il duo comico dei Panpers.

Antonio Filograna Sergio

Come sempre non mancheranno i riconoscimenti al mondo dell’imprenditoria con la consegna dei relativi premi a Vito Cozzoli, capo di gabinetto del Ministero dello sviluppo economico, all’ex ministro Livia Turco, oggi presidente della fondazione “Nilde Iotti”, all’ex banchiere svizzero Renè De Picciotto e all’imprenditore calzaturiero Antonio Sergio Filograna (della Leo Shoes di Casarano).

Gli interventi musicali della serata saranno curati dall’orchestra Terra del sole diretta dal mestro Enrico Tricarico. L’evento verrà preannunciato dalla presenza per le vie della città della Fanfara del 7° reggimento Bersaglieri.

Al premio Barocco collaborano il Comune di Gallipoli, l’Università del Salento, l’associazione Amart e gli operatori turistici della città. I biglietti per assistere alla serata sono disponibili presso il botteghino del teatro Italia. Per il 50° anniversario le cantine Paolo Leo hanno realizzato una bottiglia di vino celebrativa mentre a dicembre verrà presentato il libro raccolta di tutta la storia del Premio. La città, intanto, si sta già preparando con gli addobbi a tema grazie all’iniziativa Vetrine barocche nata in collaborazione con l’Associazione commercianti e imprenditori di Gallipoli.