Pd di Nardò: dopo le dimissioni d’agosto, Salvatore Falconieri torna segretario

198
Salvatore Falconieri

Nardò – Dopo le dimissioni dello scorso agosto, Salvatore Falconieri torna a ricoprire il ruolo di segretario del Partito democratico neretino. A convincere l’avvocato 47enne a ritornare sui propri passi è stata la segreteria cittadina in accordo con la federazione provinciale del Pd.

Ieri la riunione di partito presso la sede di corso Galliano, alla presenza dello stesso Falconieri, dei due consiglieri comunali dem Daniele Piccione e Lorenzo Siciliano, del presidente Sandro Crisogianni e dei componenti della segreteria Francesco Russo, Salvatore Russo, Carlo Zacchino, Teresa Polo, Serena Sequestro e Gianni Pellegrino (quest’ultimo delegato dell’assemblea nazionale del Pd). La segreteria verrà riconvocata in una nuova data per la nomina delle commissioni trattanti e delle formazioni di lista.

Salvatore Falconieri

Ad inizio agosto risalgono le dimissioni polemiche in risposta alle indicazioni dei vertici provinciali sulle candidature per le regionali. Oggi Falconieri ricorda ora l'”ottima performance” del Pd alle regionali che hanno portato alla riconferma del presidente Emiliano e all’elezione di tre consiglieri della circoscrizione leccese: Donato Metallo, Loredana Capone e Sergio Blasi.

«Sono risultati che non nascono dal caso ma dal buon lavoro svolto nei territori, dai vertici ai militanti fino ad arrivare alle segreterie. Proprio la segreteria del Pd neretino, infatti, più volte mi ha chiesto in questi mesi di ripensarci e tornare alla guida del partito. È stata una richiesta insistente e garbata allo stesso tempo – spiega Falconieri – partita dalla mia città e infine indirizzata alla segreteria provinciale di Lecce, con la quale non nascondo di aver “discusso” di recente in occasione della chiusura delle liste dei candidati per le elezioni regionali». L’invito a tornare sui propri passi è giunto anche dalla segreteria provinciale retta da Ippazio Morciano.