Patù, nuovo ribaltone per Gabriele Abaterusso sospenso dalla carica di Sindaco

1537
Gabriele Abaterusso

Patù – Altro ribaltone per Gabriele Abaterusso nuovamente sospeso dalla carica di sindaco di Patù. Questo è quanto disposto questa mattina dal Tribunale civile di Lecce.
Abaterusso era ritornato nel pieno delle sue funzioni nel maggio scorso grazie ad un’ordinanza con la quale lo stesso Tribunale aveva sospeso la l’efficacia del provvedimento del Prefetto che, il 16 novembre 2018, aveva applicato la “Legge Severino” sospendendolo dalla carica (la legge si applica in caso di condanna confermata in Appello non inferiore a due anni).

Il ricorso presentato venne accolto in via cautelare e Abaterusso fu riammesso nella carica di Sindaco salvo la decisione di questa mattina, giunta in seguito al reclamo proposto dalla Prefettura di Lecce contro l’istanza cautelare concessa in primo grado.

I fatti in questione fanno riferimento al periodo tra luglio e settembre 2007, quando l’allora 34enne Gabriele Abaterusso venne accusato di irregolarità nella gestione dei calzaturifici Vereto srl di Morciano di Leuca e Gea srl di Gagliano del Capo. In attesa di ulteriori sviluppi giudiziari, a Patù torna a sedere sulla poltrona più importante del Municipio l’attuale vicesindaco Pina Leo.

Pubblicità

«Posso solo notare che il mio ricorso contro la decisione di sospendermi dalla carica di sindaco da parte del ministero dell’interno è stato discusso dopo sei mesi, mentre il reclamo proposto dal Ministero contro la sentenza che ordinava il mio reintegro è stato discusso dopo appena cinquanta giorni», fa sapere Abaterusso dicendosi “fiducioso” circa il decorso della vicenda.

 

 

Pubblicità