Parabita, “illegittima” per il Tar la proroga della gestione commissariale. Resta confermato il voto del 26 maggio. Intanto arriva un nuovo commissario

1182
Parabita, i Commissari straordinari

Parabita – A pochi giorni dal voto per le amministrative, a Parabita si registra un nuovo avvicendamento nella guida del Comune: il Tar del Lazio ha, infatti, annullato la proroga concessa a suo tempo ai commissari straordinari ed ora è in arrivo un nuovo commissario, stavolta ordinario, fino all’imminente insediamento del nuovo Sindaco.

Questo è il nuovo colpo di scena scritto dalla giustizia amministrativa che ha accolto il ricorso dell’ex sindaco Alfredo Cacciapaglia e giudicato illegittimo il prolungamento della gestione commissariale del Comune dai 18 mesi previsti inizialmente nel decreto di scioglimento del Consiglio comunale ai 24 mesi poi diventati effettivi. La decisione, in ogni caso, non avrà effetto sul voto, che resta confermato per il 26 maggio prossimo.

La proroga era stata disposta dal Ministero dell’Interno e dalla Prefettura di Lecce nel settembre 2018 perché “non risultava esaurita l’azione di recupero e risanamento complessivo dell’istituzione locale e della realtà sociale, ancora segnate dalla malavita organizzata”. Decisione, questa, che spostò le già convocate elezioni comunali dall’allora imminente 21 ottobre al 26 maggio 2019.

Il Tar, però, condividendo le argomentazioni degli avvocati Pietro Quinto e Luciano Ancora, difensori degli Amministratori, ha evidenziato l’inesistenza degli “eccezionali motivi” previsti dal’art. 143 del Testo unico, affermando che per giustificare una proroga occorreva “una motivazione molto rilevante per allontanare ulteriormente lo svolgersi della democrazia elettorale che caratterizza l’affidamento ordinario della gestione di un Ente locale”.

«Da questa mattina – commenta l’avvocato Pietro Quinto, legale di Cacciapaglia e degli amministratori uscenti – i Commissari straordinari non hanno alcun titolo per risiedere nel Comune di Parabita. Resta, però, l’amarezza per un danno irreparabile per il rinvio del turno elettorale che doveva svolgersi il 21 ottobre ma anche la soddisfazione per una sentenza che consente ai cittadini di Parabita di andare a votare il 26 maggio nella consapevolezza della situazione di piena legalità della vita amministrativa del proprio Comune».

Notificata la sentenza del Tar, immediatamente esecutiva, si attende per le prossime ore la nomina di un nuovo commissario da parte del Prefetto di Lecce Maria Teresa Cucinotta. Il funzionario prefettizio resterà in carica in Comune, però, solo per pochi giorni, in attesa dell’elezione e dell’insediamento del nuovo sindaco.