Parabita – Alberto Seclì, a soli 18 anni, è il nuovo coordinatore della sezione parabitana di Liberi e Uguali. Studente al liceo scientifico Vanini di Casarano e da anni molto attivo nel mondo dell’associazionismo, Seclì ha dalla sua una grande passione per la politica e, nonostante la giovanissima età, non è nuovo a comizi di piazza e discorsi pubblici. La sua nomina si proietta sulle prossime elezioni comunali previste nella primavera del 2019. «Nella politica parabitana, visto quanto è successo in questi ultimi anni, nulla sarà come prima. Nessuno – commenta il neo segretario dopo la nomina – potrà far finta che quelle che affronteremo saranno normali elezioni comunali. Si tratta di ridare dignità e vita ad una città oggettivamente messa in ginocchio. Per fare questo, serve una buona dose di rinnovamento e, soprattutto, di competenza e preparazione».

L’obiettivo di Liberi e Uguali, partito nato dalla scissione con il Partito Democratico che a Parabita conta circa 50 iscritti (per buona parte fuoriusciti dal Pd), è quello di affrontare la sfida elettorale con “una proposta nuova, ampia e credibile”, che coinvolga anche giovani e volti nuovi. Per questo Seclì rivolge il suo appello ai giovani della città “perché si assumano, più che in passato, la responsabilità di questa riscossa”. Già nell’aprile 2016 l’allora 16enne liceale entrò a far parte dell’esecutivo provinciale dei Giovani democratici, risultando il più giovane tra i Circoli salentini.

Pubblicità

Commenta la notizia!