Parabita, al liceo “Giannelli” giornata dedicata al contrasto della violenza sulle donne

1083

Parabita – Sensibilizzare la comunità scolastica e l’opinione pubblica per contrastare la violenza sulle donne: questo il tema dell’incontro “In piedi, Signori, davanti a una Donna!” promosso dall’Istituto d’istruzione secondaria superiore “Enrico Giannelli” di Parabita.

Il titolo, scelto dagli studenti, rimanda ad alcuni versi scritti dal drammaturgo e poeta inglese, William Shakespeare. L’evento che si svolgerà martedì 4 febbraio vede la collaborazione delle associazioni “Casa di Noemi” di Specchia, ”Metoxè” di Sannicola e del Centro antiviolenza parabitano “Il Melograno” (afferente alla rete dei Centri antiviolenza della “Comunità San Francesco”).

Il flash mob d’apertura

La mattinata avrà inizio alle ore 9.30 e si svolgerà presso la palestra del liceo artistico “Giannelli”. Gli allievi, oltre ad arricchire l’iniziativa con un flash mob d’apertura (a cura delle classi terze delle sezioni B e C dell’indirizzo artistico di Parabita) saranno parte attiva nella conduzione della giornata.

Dopo i saluti del dirigente scolastico Cosimo  Preite, prenderanno la parola la psicologa Liliana De Maria, del Centro antiviolenza “Il Melograno” e Simona Mosco, presidente dell’associazione “Metoxè”. Quest’ultima, sarà presente all’evento con la panchina rossa itinerante, simbolo della lotta contro la violenza sulle donne che per alcuni giorni troverà posto all’ingresso della scuola.

L’incontro con la madre di Noemi Durini

I ragazzi, accompagnati dai loro docenti, incontreranno e ascolteranno pure l’intervento della signora Imma Rizzo, la madre di Noemi Durini e presidente della “Casa di Noemi”, la realtà associativa costituita nel 2018 e dedicata alla memoria della figlia (tragicamente scomparsa a soli 16 anni nel 2017 per un “amore sbagliato”).

Alla fine spazio agli interventi degli studenti. Per l’importante circostanza, gli scolari condivideranno e rifletteranno sul pensiero del diplomatico e alto ufficiale delle Nazioni Unite ghanese, Kofi Annan. Una figura prestigiosa che nel corso della sua vita si è prodigato per bloccare la violenza sulle donne.