Padre degenere condannato a 30 anni di reclusione: violentò e mise incinta la figlia

3030

Sud Salento – Si chiude con una pena esemplare la vicenda giudiziaria nata da una sconcertante storia di violenza sessuale familiare. Un padre orco, oggi 53enne, è stato condannato a 30 anni di reclusione dai giudici della prima sezione penale del Tribunale di Lecce in conseguenza delle orribili violenze messe ripetutamente in atto, a partire dal 1995 e sino al 2010, nei confronti della figlia, oggi 30enne.

Dalla relazione incestuosa, nel 2011 è pure nata una bambina mentre una precedente gravidanza ha portato la giovane all’aborto (nell’ospedale di Gagliano del Capo). All’epoca, per allontanare ogni sospetto, i genitori attribuirono la responsabilità del fatto alla violenza di uno sconosciuto.

L’arresto

La successiva denuncia della vittima ha però portato all’arresto, lo scorso dicembre, del padre degenerato incastrato dall’esame del dna. Le motivazioni della sentenza di condanna si conosceranno entro 90 giorni.

Di certo i giudici di primo grado hanno accolto in pieno le richieste del pubblico ministero mentre la difesa ha invocato, non ascoltata, la prescrizione per i reati avvenuti quando la vittima era minorenne e il difetto di querela per gli altri.