Otranto rinnova il ponte tra Salento e Albania. Ospiti dalla Calabria e Tirana in nome di antiche tradizioni

1317

Otranto – Sarà il castello aragonese di Otranto a rinsaldare ancora una volta l’amicizia tra i due popoli, il salentino e l’albanese, in nome degli elementi culturali, antropologici, storici e folkloristici che “hanno unito e distinto nei secoli e continuano ad unire e distinguere oggi Italia e Albania”. Lo farà con “Fustanella”, che è il nome del vestito tradizionale  femminile albanese.

Domani sabato, 19 ottobre, sarà una giornata di festa con i rappresentanti della comunità della Piana degli Albanesi, della comunità arbëresh della Calabria e della Basilicata e di San Marzano di San Giuseppe, unica comunità arbëresh pugliese.

In nome della Fustanella

Parteciperanno all’iniziativa: il ministro della Cultura albanese Elva Margariti,  il vice ministro per l’Europa Etjen Xhafaj, il direttore esecutivo dell’Agenzia nazionale della diaspora albanese Dritan Delija, Loredana Capone, assessore regionale all’Industria turistica e culturale, Giovanni Manoccio, delegato del Presidente della Regione Calabria all’Immigrazione, Klodiana Cuka, direttore esecutivo di Integra Solidale, Luigi De Luca, direttore del Polo biblio museale di Lecce, Etleva Kondi, vice sindaco di Durazzo, Pierpaolo Cariddi, sindaco di Otranto. Parteciperanno anche le scuole con la presenza dei dirigenti: Irene Esposito, dell’Istituto professionale per i Servizi sociali “F.L. Morvillo Falcone” di Brindisi; Gabriella Margiotta, del Liceo classico “Capece” di Maglie, Paolo Aprile, dell’Ipsseoa di Otranto.

Il programma si articola in due sessioni: alle 10.30, dopo i saluti istituzionali, sono previsti gli interventi degli etnomusicologi Giancarlo Salvatore, Ramazan Bogdani e Aferdita Onuzi, e dei rappresentanti delle comunità arbëresh. Seguiranno le presentazioni degli abiti tradizionali e delle danze popolari albanesi, dei costumi e danze albanesi degli arbëresh in Italia e dei costumi e delle danze tradizionali salentine (pizzica).

Temi e orari degli appuntamenti

Nella sessione pomeridiana, dalle 18.00, in programma: un corso di danze tradizionali aperto a tutti; lo spettacolo del Corpo di ballo dell’Opera del Balletto nazionale albanese; esibizione degli artisti albanesi che vivono in Salento e de Li Ucci Orkestra.

L’incontro è organizzato dall’Agenzia nazionale della diaspora della Repubblica d’Albania, in collaborazione con il ministro dello Stato Albanese per la diaspora Dr. Pandeli Majko, il Polo bibliomuseale della Puglia, Integra Solidale e il Comune di Otranto.