Otranto primo “Comune gentile” in provincia di Lecce: il 21 marzo cerimonia per salutare i nuovi nati

609
Stefania Temis, assessore alla gentilezza

Otranto – È un nuovo passo verso la gentilezza, quello compiuto in queste ore dal Comune di Otranto, il primo in provincia di Lecce ad aderire al progetto nazionale “Costruiamo Gentilezza”.

Il 21 marzo, per festeggiare l’avvento della primavera e il fiorire delle nuove vite, il progetto prevede cerimonie istituzionali dedicate ai nuovi nati nei Comuni aderenti: in loro onore è infatti proclamata proprio per il 21 marzo la “Giornata nazionale della gentilezza ai nuovi nati”.

Accoglienza speciale

Anche il comune di Otranto darà dunque il saluto istituzionale ai 31 nuovi arrivati del 2020: lo farà il 21 marzo con una cerimonia che avrà come simbolo la chiave esposta all’ingresso della sede municipale. Qui verrà pronunciato un discorso formulato in un linguaggio vicino al mondo dei bambini e a cui – come da indicazioni – ogni Comune aderente potrà aggiungere una pratica di accoglienza personalizzata, mantenendo invariato il cerimoniale che rimane unico a livello nazionale.

Sarà presente alla cerimonia Stefania Temis, insegnante elementare, già consigliera e affidataria delle deleghe alla gentilezza dal Sindaco Cariddi. Otranto è così il 13esimo Comune in Puglia ad aver nominato un assessore alla gentilezza, il 112esimo a livello nazionale.

Una chiave per festeggiare la primavera e la vita

Pierpaolo Cariddi

Augurare un futuro migliore ai nuovi nati è l’inizio per costruire un mondo più gentile”, afferma l’assessore Temis. “Metteremo in atto diverse iniziative come buone pratiche di gentilezza verso i 31 nuovi nati nel 2020 e le loro famiglie. Il 21 marzo, all’ingresso della sede municipale, sarà esposta una grande chiave con tante piccole chiavi appese con i nomi dei bambini, i quali riceveranno anche un quadretto realizzato da una ditta locale. La grande chiave con la G di Gentilezza sarà decorata dai bambini della scuola primaria”.

Oltre all’assessore Temis, presenzieranno alla cerimonia il Sindaco Pierpaolo Cariddi, genitori e bambini nati nel 2020. Come da protocollo, la cerimonia si potrà svolgere anche in remoto, qualora dovessero subentrare restrizioni causa Covid.

Pierfrancesco Albanese