Otranto, il festival Luce d’Oriente porta la “prima” di Yiruma e San Lorenzo con le stelle di Bollani

Nei programmi della prima parte di agosto anche teatro e tour in bici

1973

Otranto – Un inizio mese all’insegna dell’arte, della musica, del teatro e dello sport attende residenti, frequentatori e turisti che popolano le serate estive della città di Otranto.

Sale l’attesa per l’esordio italiano del maestro Yiruma, il pianista sudcoreano divenuto fenomeno internazionale con la diffusione dei suoi brani tramite le piattaforme digitali Youtube e Spotify, nelle quali ha raggiunto oltre 200 milioni di visualizzazioni. L’Yiruma Concert Indigo in Italy, come è denominato il suo spettacolo, andrà in scena il 9 agosto alle 21.30 nel Parco dell’Orte di Otranto, ed è inserito nella programmazione del festival “Luce d’Oriente”, promosso da La Ghironda in collaborazione con l’Amministrazione comunale.

Apprezzato in tutto il mondo e soprattutto in Asia, Europa e Stati Uniti dove i suoi dischi risultano tra i più venduti nell’intero panorama musicale, l’artista dei record proporrà alcuni tra i suoi più grandi successi, caratterizzati da un minimalismo pop in grado di fare breccia nell’animo degli ascoltatori. (dall’alto, Yiruma e Stefano Bollani)

 Sempre nell’ambito di Luce d’Oriente si inserisce il concerto del maestro Stefano Bollani, che accompagnerà il sorgere dell’alba della notte di San Lorenzo con una esibizione di piano solo. L’inizio dello spettacolo è previsto per le 5.30 dell’11 agosto nel parco dell’Orte, ma le porte saranno aperte al pubblico intorno alle 3.30 per consentire a tutti di godere dello spettacolo delle stelle cadenti e di prepararsi al chiarore del mattino.

Il musicista e compositore si cimenterà nell’arte dell’improvvisazione, accantonando programmi e scalette in favore di un flusso di coscienza musicale ispirato dalle percezioni e dalle risposte del pubblico. Ma non di sola musica vive l’inizio del mese idruntino.

Il 5, 6 e 7 agosto dalle 22 andrà in scena nel Castello aragonese il capolavoro di Antoine de Saint-Exupéry, il Piccolo Principe, con adattamento e regia di Salvatore Della Villa.

Dopo i favori della critica lo spettacolo giunge al quarto allestimento, e si caratterizza per un felice adattamento che ha riscosso notevole successo, testimoniato dai numerosi sold out registrati dal 2008 ad oggi. Le musiche originali sono firmate da Gianluigi Antonaci, mentre le scene e i costumi, fedeli ai disegni originali dell’autore, sono realizzate dall’artista Disney, Emilio Urbano.

Per gli sportivi e gli avventurosi, invece, l’associazione Salento Bici Tour ha organizzato l’evento “In bici nell’Entroterra otrantino”. Dalle ore 9 dell’8 agosto avrà luogo il tour che dalla valle dell’Idro porterà a un’antica cripta bizantina, prevede la sosta presso la Fondazione “Le Costantine” di Casamassella (Uggiano La Chiesa) dove si pratica l’arte della tessitura tradizionale e l’attraversamento del “giardino megalitico” di Giurdignano, costellato di dolmen e menhir.

Nel tour in bici previsti anche pranzo e degustazione che avranno luogo presso un forno di Specchia e nel primo pomeriggio si raggiungerà Porto Badisco. Il rientro a Otranto è previsto al tramonto, percorrendo la litoranea e chiudendo i 35 km con la visita al faro di punta Palascìa e al laghetto di bauxite.

Pierfrancesco Albanese