Ospedale di Gallipoli, c’è anche un medico tra i casi emersi in due reparti della torre C

16865
Ospedale di Gallipoli

Gallipoli – C’è anche un medico tra i sette operatori sanitari risultati positivi al Covid 19. Coinvolti in questa ondata infettiva i reparti di Medicina generale e Lungodegenza al sesto e quinti piano della torre C del “Sacro Cuore”.

Le prime avvisaglie di possibili contagi pare risalgano al 10 gennaio scorso, con alcuni infermieri con lievi sintomi e autoisolatisi in via precauzionale. Al momento i casi sono 17, tra cui dieci pazienti, ma si attendono i risultati di altri tamponi. Comunque da sabato scorso i due reparti sono assolutamente inaccessibili.

Contagiati trasferiti a Lecce

I positivi sono stati trasferiti tutti quanti presso ospedali Covid, in questo caso a Lecce presso il Dipartimento emergenza accettazione del “Vito Fazzi”. Si tratta peraltro di personale già vaccinato come nella quasi totalità dei sanitari in organico al “Sacro cuore”. Ma evidentemente la prima somministrazione del vaccino non ha potuto ancora svolgere a pieno il suo compito di immunizzazione.

I due reparti saranno al più presto sanificati, come prevedono le procedure in casi simili. Quello di Medicina la scorsa primavera fu al centro di un altro contagio, il primo del nosocomio gallipolino. Anche in quel caso furono interessati personale sanitario e degenti.