Ospedale del Sud Salento: fatto un altro passo. “Ora si avvii la gara per la progettazione”

872
Maglie – Lunedì prossimo la tormentata e lunga strada per il nuovo ospedale del Sud Salento, tra Maglie e Melpignano, segnerà un’altra importante tappa: sarà infatti aggiudicata la gara per la fattibilità dell’opera, al pari di quella che interessa Andria.

La nota è a firma dei consiglieri regionali Fabiano Amati, Sergio Blasi, Napoleone Cera, Gianni Liviano, Ruggiero Mennea e Donato Pentassuglia, che a questo punto chiedono al presidente Michele Emiliano e alla Giunta regionale “di autorizzare l’avvio della gara per la progettazione così da recuperare almeno un anno”.

Sull’argomento si è svolta oggi una audizione in I Commissione sulle dotazioni finanziarie per la realizzazione dei nuovi ospedali del Sud Salento e di Andria. All’audizione hanno partecipato il dirigente sezione Risorse strumentali e tecnologiche, ing. Vito Bavaro, il commissario della Asl di Lecce, Rodolfo Rollo.

Sergio Blasi

Si è a buon punto “Il procedimento per finanziare la realizzazione dei due nuovi ospedali è a buon punto, come ci è stato riferito con puntualità e precisione dall’ing. Vito Bavaro: con il parere in arrivo del nucleo tecnico ministeriale – commentano i consiglieri regionali – si potrebbe deliberare l’autorizzazione alla gara di progettazione, così da recuperare almeno un anno sul cronoprogramma. Su questo incalzeremo la Giunta regionale”.

“Siamo soddisfatti dell’impegno assunto dal Commissario della Asl Lecce, dott. Rodolfo Rollo, in merito all’adozione prevista per lunedì prossimo della delibera di aggiudicazione definitiva per la predisposizione del documento di fattibilità del nuovo ospedale”. Come si ricorderà, il costo per il nuovo mnosocomio è di 1 milione 602.741 euro.

 Tre Tac fuori uso Sempre in tema di salute pubblica, il consigliere regionale Luigi Manca segnala la rottura delle due Tac negli ospedali di Scorrano e Galatina, “mentre è in fase di riparazione un’altra dell’ospedale di Gallipoli“. “Ben vengano nuovi presidi sanitari – attacca Manca – ma continuando a mantenere efficienti quelli esistenti, specie se si tratta di strumentazione indispensabile nella diagnostica di problematiche sanitarie serie”.

Per questo invito il direttore generale della Asl di Lecce a provvedere con urgenza a dare un’alternativa – conclude Manca – a chi aveva prenotato una Tac in questo periodo nei tre ospedali. Sarebbe impensabile che dopo aver atteso tanto tempo, gli stessi dovessero subire l’onta di una nuova prenotazione a distanza di tanto tempo”.

Immediata la risposta dell’Asl Le Tac torneranno tutte in funzione entro domani. Gli utenti prenotati saranno chiamati, si assicura, in tempi brevissimi. Eventuali urgenze saranno soddisfatte dalla Tac dell’ospedale di Casarano (una Tac di ultima generazione) o presso il “Fazzi” di Lecce.