Nardò – Il tema della donazione “consapevole” di organi e tessuti è al centro dell’incontro promosso lunedì 26 marzo a Nardò, alle ore 18, presso il chiostro dei Domenicani. “Una scelta comune. Dai eredità alla tua vita” è l’argomento della serata, ideata e organizzata da Federica Maria Pia Ferramosca, che coinvolge l’Associazione italiana donatori organi e l’Amministrazione comunale. «Si tratta di un momento di informazione e di confronto sulla possibilità offerta dalla nuova carta di identità elettronica di esprimere il consenso alla donazione degli organi. L’ufficio Anagrafe di ogni Comune – affermano i promotori – può raccogliere e registrare la dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti del cittadino al momento del rinnovo o del rilascio della carta d’identità. Le dichiarazioni confluiscono poi nel Sistema informativo trapianti che raccoglie e conserva tutte le dichiarazioni di volontà sulla donazione di organi e tessuti espresse dai cittadini residenti in Italia, incluse quelle registrate presso le Asl e attraverso l’Aido». Dopo i saluti dell’assessore ai Servizi demografici Stefania Albano, introdurrà l’argomento Federica Maria Pia Ferramosca. Relazioneranno il coordinatore ospedaliero trapianti dell’ospedale di Casarano Giancarlo Negro, la coordinatrice territoriale trapianti dell’Asl di Lecce Marika Carbonara, il vice presidente di Aido Puglia Pino Neglia.

Pubblicità

Commenta la notizia!