Ogni cento tamponi, 13 positivi: il virus ne ha “arruolati” altri 321. Anche Ortelle fuori dalla ristretta cerchia dei Comuni Covid free

2640

Gallipoli – Da due famiglie positive emergono cinque dei 20 casi registrati nelle ultime 24 ore a Lecce e provincia. Questi due nuclei familiari, distinti fra loro, sono i primi registrati dall’inizio dell’epidemia a Castrignano dei Greci. Ne ha dato notizia il Sindaco del Comune ex Covid free, Donato Amato. Altri positivi sono localizzati a Lecce, Surbo, Galatina, Ortelle (altro paese Covid free finora), Corsano e Tricase (un operatore del Pronto soccorso dell’ospedale “Panico”). Due contagiati riguardano persone rientrate da fuori regione.

Sono contagiati che vanno da un bimbo di 4 anni ad un anziano di 72, che portano il numero di casi attualmente positivi nel Leccese a 960. In tutta la Puglia sono 11.706. Si contano inoltre altri quattro decessi, due nel Foggiamo uno nella Bat e uno a Taranto.

A Bari il Policlinico “quasi saturo”

I morti da coronavirus fanno parte, ormai costantemente, dei rapporti che elaborano il Ministero della salute e il Dipartimento Promozione della salute della Regione. E sono quadri che destano ormai viva preoccupazione. Oggi in appena 2.446 test (nei giorni scorsi la media era più del doppio) i casi positivi sono 321, pari al 13,1% dei tamponi effettuati. Una percentuale mai registrata prima ed una drammatica conferma della potenza virale in circolazione.

A Bari e provincia figurano 165 nuove infezioni, una consistenza quotidiana che fa ormai paura. Trentuno quelli nella provincia Bat, 63 nel Foggiano, 24 a Brindisi, 20 a Lecce e 13 a Taranto. Di Bari si parla ormai apertamente del maggior ospedale dela capoluogo regionale ormai quasi saturo. Possibili altri ricoveri – non essendo il nord della Puglia in condizioni molto migliori di Bari – non potranno che prendere la strada verso sud. Verso Lecce in primo luogo, dove il quarto piano del Dea (Dipartimento emergenza accettazione) è stato pochi giorni fa riconvertito per malati da Covid, trasferendo altrove i lungodegenti cui era stato destinato.

Nel Barese 8 scuole alle prese con l’epidemia

I ricoveri continuano a crescere: oggi ne sono stati contati venti per un totale di 397 persone, cui si aggiungono i ricoverati in Terapia intensiva, altri due, pari a 38 casi. Gli isolati in casa hanno superato i 5mila. Del quadro fanno parte altri 87 guariti.

I risvolti sociali non sono da meno. Undici le scuole attualmente coinvolte sul fronte del virus, di cui otto in provincia di Bari. Si va dagli asili (Modugno), a due istituti superiori di Valenzano ed a quelli di San Marco in Lamis (Foggia) e Brindisi. Altrettante le scuole chiuse per sanificare gli ambienti attraversati dal Covid.

Gallipoli, mascherine per i dipendenti

Il Comune di Gallipoli ha intanto disposto di fornire a tutti i propri dipendenti che operano in contatto con i cittadini sia nel Comune che in città, “adeguati dispositivi di protezione individuale, in primo luogo le mascherine. Si è quindi provveduto ad acquistarne un congruo quantitativo dalla MG Medical di Squinzano al prezzo unitario di 24 centesimi per un importo totale di 1.200 euro.