Occupato suolo pubblico senza lasciare spazio per i pedoni: secondo sequestro nel centro storico di Gallipoli

9605

Gallipoli – Secondo sequestro di arredi nel giro di quattro giorni di una struttura di ristorazione per aver occupato suolo pubblico ben oltre l’autorizzato. I controlli della polizia municipale hanno rilevato l’area ampliata senza alcuna autorizzazione. Non rispettato neanche l’obbligo di lasciare o lato mura o lato strada un percorso largo almeno un metro e 20 centimetri.

Il sequestro penale ha interessato uno dei ristoranti di riviera Nazario Sauro. I controlli proseguiranno con la stessa intensità nel resto della stagione, assicurano in Comune, col pensiero rivolto alle numerose ordinanze di sgombero per occupazione abusiva di suolo pubblico in numerose zone del centro storico.

“Tutela dei residenti e del decoro”

Paola Scialpi

“Proseguono gli interventi di contrasto ai fenomeni legati all’abusivismo commerciale, soprattutto a tutela dei residenti del centro storico e del decoro di Gallipoli. – è il commento dell’assessore alla Polizia locale, Paolo Scialpi –   Come avvenuto già in passato, poco fa gli agenti hanno effettuato una serie di verifiche e sequestrato arredi urbani di un’attività di ristorazione sulle mura del centro storico che non permettevano ai pedoni il libero passaggio”.

“Sono molto orgogliosa del lavoro svolto dal comandante Antonio Morelli e dalla sua squadra: tutta l’Amministrazione è dalla parte delle attività dei commercianti, ma la mala condotta di pochi non potrà oscurare il buon operato di molti. Siamo di fronte ad azioni arroganti – conclude l’assessore – da parte di chi pensa che può occupare tutto senza aver cura dei pedoni: noi siamo dalla parte del giusto e lavoreremo sempre per chi ha a cuore il bene della città. Abbiamo dimostrato vicinanza alle attività commerciali, in cambio chiediamo solo di seguire le regole”.