Nuova vita (e disciplina) per il comparto “Settepiedi”, tra Taviano e Racale. Il Sindaco Tanisi annuncia un nuovo Piano regolatore

1700
Il sindaco Giuseppe Tanisi e l’assessore Francesco Lezzi

Taviano – Il Consiglio comunale di Taviano approva l’adozione del Comparto denominato “Settepiedi”. Si tratta di un’ampia porzione di territorio comunale acquisita decenni addietro dal Comune di Racale.

Proprio a causa di tale “migrazione”, il Comparto è rimasto in una sorta di “limbo urbanistico”, subendo il paradosso di essere ampiamente urbanizzato, ma non concretamente edificabile nelle sue parti ancora libere, a causa della mancata redazione del Piano particolareggiato ritenuto indispensabile già dal Piano regolatore approvato nel 2001. L’inerzia protrattasi nel corso di tutti questi anni ha, però, favorito l’edificazione spontanea “a macchia di leopardo”, contribuendo a complicare ulteriormente una situazione infrastrutturale ed amministrativa già difficile.

Il vincolo paesaggistico

«Solo ora si è giunti alla redazione ed all’adozione dello strumento urbanistico attuativo, con l’obiettivo di restituire dignità, decoro, valore, sviluppo ad una cruciale zona del territorio tavianese, che si pone al centro tra le due direttrici che portano da Taviano alle marine di Mancaversa e Torre Suda e prossima al crinale delle “serre salentine”», si legge in una nota di Palazzo di Città.

Ora l’intero Comparto è stato assoggettato a vincolo paesaggistico e per tale ragione il Piano particolareggiato appena adottato dal Consiglio comunale dovrà essere sottoposto alla valutazione della Soprintendenza, prima della sua finale approvazione.

Nuovo Prg in vista

«Siamo impegnati a garantire vivibilità a porzioni importanti della nostra Città, come il Comparto Settepiedi, avendo il compito di affrontare e risolvere ogni problematica pianificatoria e infrastrutturale. Peraltro, coerentemente con i nostri obiettivi programmatici, abbiamo già intrapreso le attività di redazione del nuovo Piano urbanistico generale, il cui “atto di indirizzo” verrà prossimamente presentato alla cittadinanza per essere partecipato e condiviso dall’intera comunità», spiega il sindaco Giuseppe Tanisi

«Dobbiamo restituire valore alle proprietà dei nostri concittadini completando le maglie del tessuto urbano, al contempo salvaguardando e preservando le principali bellezze paesaggistiche e naturalistiche», afferma l’assessore alla Pianificazione territoriale e costiera Francesco Lezzi ricordando il lavoro già fatto in questa direzione con i Comparti denominati Monicella e Gemma.

.