Nubifragi e strade allagate: a Casarano la minoranza chiede interventi programmati

1081
CasaranoDopo il nuovo violento nubifragio che ieri mattina ha colpito la città, insieme ad una vasta area del centro-sud Salento, Casarano fa i conti con i soliti problemi causati dal cattivo deflusso delle acque piovane.
I maggiori problemi si sono avuti su via Poerio (nella foto l’allagamento dello scorso luglio), viale Ferrari, via Pendino, via Cisternella, via Supersano, via Piave (verso Taurisano) e molte altre. «Sono anni che molti concittadini casaranesi, residenti nelle zone più critiche, subiscono ingenti danni derivanti da tali eventi. Nessuno può mettere freno alla potenza della natura, è vero; compito dell’uomo è, invece, mitigare al massimo gli eventi naturali nel corso degli anni», fa sapere il neo rieletto consigliere di minoranza Umberto Totaro (“Orgoglio Casarano”).

“Il problema idrogeologico sia una priorità”

L’esponente di “Orgoglio Casarano” invita, dunque, il neo eletto sindaco Ottavio De Nuzzo (vice sindaco uscente) perchè si proceda “ad una attenta analisi delle criticità presenti su aree strategiche del nostro territorio”, di concerto con i dirigenti ed i tecnici comunali. Nel mirino di Totaro anche la realizzazione della nuova rotatoria di via Solferino, zona che ha subito maggiormente il problema idrogeologico “con annessi allagamenti di abitazioni e terreni contigui su tali arterie urbane”.
Totaro chiede, inoltre, di conoscere lo stato del progetto da oltre stato del progetto da oltre 3 milioni di euro, sulla messa in sicurezza della zona ovest della città, per il risanamento di canale Margari, finanziato a marzo 2019 dal Ministero dell’Ambiente.
“Risposte concrete” vengono chieste sulla predisposizione di interventi calendarizzati settimanalmente, per la pulizia ordinaria di tombini, caditoie e griglie, insieme alla pianificazione di interventi a lungo termine sulle principali direttrici della città: dovranno essere tra le prime problematiche da affrontare nella futura commissione consiliare Urbanistica e Lavori pubblici ed in sede del costituendo Consiglio comunale.