Nardò – Novità in arrivo per la viabilità urbana a Nardò. La Giunta comunale guidata dal sindaco Pippi Mellone ha approvato nei giorni scorsi i progetti esecutivi della rotatoria all’ingresso principale della città, tra le vie XX Settembre, Falcone e Borsellino,  Copertino (s.p. 17) e per Lecce (s.p. 19), e della rotatoria di piazza Mazzini, in pieno centro cittadino. Si tratta di due tra i principali snodi viari della città. I progetti sono stati redatti dall’ingegnere Antonio Vaglio e dal geometra Marco Donadei e prevedono una spesa totale di poco superiore a 500 mila euro. Secondo la tempistica auspicata dall’Amministrazione comunale, i lavori dovrebbe essere cantierizzati entro un paio di mesi.

La prima rotatoria regolerà il traffico in entrata e uscita dalla città, il cui flusso è attualmente scomodo e intermittente. Si è quindi deciso di ricongiungere le due provinciali e via XX Settembre-via Falcone e Borsellino su un unico nodo. La nuova rotatoria, con al centro la scultura di un toro (simbolo della città) sarà formata da due corsie larghe quattro metri ciascuna, oltre a una zona a raso larga un metro, fiancheggiante l’isola verde centrale che avrà un sottofondo drenante e uno strato di terreno vegetale. La sistemazione viaria prevede anche nuove essenze arboree, il rifacimento della segnaletica, l’integrazione della pubblica illuminazione e la realizzazione dei marciapiedi.

Con la rotatoria di piazza Mazzini, invece, verrà ridefinito lo snodo viario tra corso Galliano e le vie Pilanuova, Generale Cantore e Grassi, finora caratterizzato da un flusso veicolare particolarmente intenso e spesso causa di incidenti, ingorghi e “manovre forzate”. In questo caso è stato previsto un unico tratto circolare con velocità di percorrenza ridotta a 20/30 km/h e una maggiore agilità delle manovre di ingresso e di percorrenza e uscita dei veicoli dalle confluenze stradali. La carreggiata sarà a due corsie larghe quattro metri ciascuna, mentre l’isola verde centrale avrà un raggio di sette metri e sarà contornata da una fascia di raccordo pavimentata. Su tutta l’area è previsto il rifacimento degli attraversamenti pedonali e dei marciapiedi con l’individuazione di percorsi pedonali “protetti” (anche e soprattutto a beneficio delle persone con disabilità). I corpi illuminanti esistenti saranno integrati con dei nuovi. Sulla corsia parallela a corso Galliano sarà invertito il senso di marcia, eliminando lo strano svincolo in uscita compreso tra l’aiuola e il marciapiede. L’altra novità importante è la ristrutturazione del tratto di fognatura pluviale che si sviluppa in sotterraneo.

Pubblicità

 

Pubblicità

Commenta la notizia!