Nove casi di Covid 19, quasi tutti da persone provenienti da fuori regione. “Non c’è da allarmarsi”, dicono dal coordinamento anti epidemia. Ma la preoccupazione sale

1672

Gallipoli – Arrivano nove casi di contagiati individuati tra 2.458 test, e sale la febbre verso tutti coloro che arrivano da fuori regione. Dei nove contagiati infatti, cinque provengono dall’Albania, uno dal Veneto, uno dalla Basilicata ed uno dal Brasile. “L’attività di screening sta funzionando”, assicurano dalla Regione, coordinamento anti Covid 19, ma la preoccupazione si percepisce diffusamente.

E quando arriveranno le ondate di familiari e di vacanzieri dal Nord Italia e dall’Estero, cosa succederà”, si chiedono in molti. “La situazione è sotto controllo, non c’è nessun allarme”, ha detto il capo del Dipartimento Salute della Regione, Vito Montanaro, il quale ha anche annunciato che si sta cercando la strategia giusta per istituire nei luoghi di partenza un servizio informazione e prevenzione.

Tre contagiati nel Leccese

Dei neo contagiati tre risiedono in provincia di Bari, altrettanti in provincia di Lecce, uno nel Brindisino e uno nel Foggiano, mentre il nono è un residente fuori regione. Piccoli i numeri di quanti sono in isolamento in casa e ricoverati in ospedale, mentre non si registra nessun decesso nelle ultime ore.

Sul dato odierno interviene anche il professore Pier Luigi Lopalco, coordinatore della task force della Regione: “L’attenta e puntuale attività di sorveglianza ha consentito di individuare nuovi casi positivi che riguardano principalmente cittadini stranieri o provenienti da fuori regione in arrivo in Puglia, sottoposti a screening sia per la provenienza che per i contatti stretti con altri casi – spiega il prof. Lopalco – .I dipartimenti di prevenzione delle Asl sono al lavoro per tenere sotto controllo le catene di contagio”.