Notte di fuoco: a Gallipoli in fiamme due auto, a Torre Lapillo (Porto Cesareo) la rivendita dell’uomo bloccato in India

542
Vigili del fuoco (foto d’archivio)

Gallipoli – Due auto sono state avvolte dalle fiamme questa notte a Gallipoli. Intorno alle 5 i vigili del fuoco del locale distaccamento sono intervenuti in viale Europa per domare il rogo partito da una Fiat 500 di proprietà di un 27enne del posto, incensurato e disoccupato.

In pochi minuti, le fiamme hanno interessato anche una Nissan Micra parcheggiata vicino, anche questa di proprietà di un altro gallipolino, pure lui incensurato e senza lavoro. Più gravi i danni riportati dalla Fiat 500 mentre la seconda auto ha riportato danni parziali. Sul fatto indagano gli agenti del locale commissariato di Polizia, anche grazie al supporto fornito dalle telecamere di video sorveglianza della zona, nell’ipotesi che possa essersi trattato di un episodio doloso.

Negozio in fiamme: il titolare bloccato in India

Nella stessa notte a Torre Lapillo (Porto Cesareo) è andato in fiamme anche l’esercizio commerciale di proprietà di Ivan Conte bloccato in India con la sua famiglia a causa dell’emergenza Coronavirus. L’allarme attivato dalle fiamme è scattato intorno alle 4 nella rivendita di prodotti e accessori etnici a base di canapa: il pronto intervento dei vigili del fuoco di Veglie ha permesso di limitare i danni ad infissi ed arredi, salvando in sostanza la struttura. Sull’episodio, che pare di origine dolosa, indagano i carabinieri della Compagnia di Campi Salentina.