Notte della Taranta: la Piccola ronda di Torrepaduli è pronta ad aprire le danze

Tra i nomi "eccellenti" del corpo di ballo anche il casaranese Gabriele Corrado, affermatosi alla Scala di Milano

919
La Piccola ronda

Melpignano – Dopo l’ultima tappa in programma questa sera (giovedì 22 agosto) a Martano (con il trio Maschlmusig e a seguire Lucilla Galeazzi, Ialma e Mascarimirì), il Festival itinerante della Notte della Taranta è pronto a lasciare spazio al concertone di sabato 24 agosto.

La manifestazione divenuta ormai uno dei festival di musica popolare più famosi d’Europa sarà diretta dal maestro Fabio Mastrangelo (il barese sarà il primo “concertatore” pugliese della Notte) e verrà trasmessa in diretta su Rai 2 e Rai Radio 2. L’Orchestra Popolare ospiterà Elisa, il rapper Guè Pequeno, Enzo Avitabile, Alessandro Quarta e Maurizio Colonna. .

Si tratta della ventiduesima edizione del festival che, nella sua versione itinerante, ha fatto già ballare le piazze di  Corigliano d’Otranto, GalatoneNardò, Sogliano Cavour, Ugento, Acaya, Cursi, Calimera, Zollino, CutrofianoAlessano, Lecce, Torrepaduli (Ruffano), Carpignano Salentino, Galatina, Castrignano dei Greci, Soleto, Martignano, Sternatia e Martano.

Pubblicità
Gabriele Corrado

Il “Corpo di ballo della Taranta” ospiterà tre eccellenze salentine: sul grande palco dell’ex convento degli Agostiniani si esibiranno Gabriele Corrado, di Casarano, ballerino del Teatro La Scala di Milano, Elena Marzano di Lecce, ballerina della Compagnia Les Ballets di Montecarlo, e Luigi Campa, di Bagnolo del Salento, diplomatosi alla Scala prima di una carriera che, come Corrado e la Marzano, lo ha portato in giro per il mondo.

Prima del Concertone finale che andrà in diretta Rai, già alle 20 avrà inizio il Pre-concertone che vedrà salire per primi sul palco (come lo scorso anno) i bambini della Piccola Ronda di Torrepaduli (Ruffano) il progetto che ha come protagonisti 63 bambini di diverse etnie, tra i 4 e i 14 anni, che hanno già appreso i segreti della pizzica. A seguire, alle 20.30, l’”Orchestra dei braccianti” con musicisti provenienti da Italia, Francia, Gambia, Nigeria, Tunisia, India che attraverso la musica mandano un messaggio sociale contro il caporalato “al fine di facilitare l’integrazione sociale e culturale”. La chiusura del preconcertone è affidata a Nando Citarella & Tamburi del Vesuvio.

Grazie alla collaborazione di Acquedotto Pugliese e Legambiente, aderendo alla campagna lanciata dalla Regione Puglia, il concerto del 24 agosto sarà “plastic free” con l’installazione di erogatori per la distribuzione gratuita di acqua pubblica alle migliaia di partecipanti e insieme a bicchieri monouso biodegradabili. A tal proposito la società idrica ricorda come “l’acqua di rubinetto è sana e sicura, è sottoposta ad oltre 452.000 controlli l’anno ed ha un costo 500 volte inferiore a quella confezionata ed è pure servita a domicilio”.
Le  cantanti Consuelo Alfieri, Alessandra Caiulo, Stefania Morciano e Michela Sicuro indosseranno, inoltre, il tamburello di Futuro Remoto ovvero un gioiello a forma di tamburello, pezzo unico in argento disegnato e creato da Gianni De Benedittis

Per l’evento sono attese, come ogni anno, diverse decine di migliaia di spettatori e per questo è stato già previsto un apposito piano viabilità. Sin dalle 8.30 di sabato 24 sarà interdetto il traffico veicolare all’interno del comune di Melpignano ed anche l’accesso alla zona parcheggi nella zona industriale sarà consentito solo previa prenotazione (sul sito parkforfun.it). Per le auto sono previsti l’ingresso sud, che sarà aperto dalle 8.30 alle 24, e quello nord, dalle 8.30 alle 21.

Grazie alla collaborazione con la cooperativa L’Integrazione onlus, “La Notte della Taranta” metterà a disposizione uno staff di operatori qualificati per l’assistenza alle persone con disabilità (ingresso da via Salento) un servizio di infoline per dare informazioni prima e durante l’evento ed un servizio di prenotazione del proprio posto all’interno dell’area (con badge uninominali). Nell’area riservata è consentito l’accesso ad un solo accompagnatore per persona disabile (salvo casi di comprovata necessità) e si consiglia di arrivare entro le ore 20-20.30 e si raccomanda di avere il badge di prenotazione a portata di mano (sullo smartphone o stampato). “Per offrire un servizio di qualità a tutti- fanno sapere gli organizzatori – i posti prenotati saranno garantiti a chi arriva entro le 21, superato questo orario saranno assegnati anche ai non prenotati in ordine di arrivo”.

 

Pubblicità