Notte della Taranta 2019: svelati i primi grandi nomi del cast, la novità della diretta su Rai 2 e un’opportunità per il turismo

3008

Melpignano – L’edizione 2019 della “Notte della Taranta” comincia a svelare i suoi assi nella manica: nel corso della conferenza stampa di ieri pomeriggio presso l’ambasciata italiana a Mosca sono stati infatti ufficializzati i nomi del maestro concertatore e di due super ospiti chiamati a reinterpretare la tradizione della pizzica. E c’è un’altra sorpresa: per la prima volta il concertone del 24 agosto a Melpignano sarà trasmesso in diretta su Rai 2.

Fabio Mastrangelo Notte della Taranta 2019
Fabio Mastrangelo

I nomi. Maestro concertatore della “Notte della Taranta” sarà Fabio Mastrangelo, primo pugliese nella storia della manifestazione a essere scelto per questo ruolo. Trapiantato in Russia, dove vive da 20 anni e dirige la Russian Philarmonic di Mosca, Mastrangelo avrà il compito di esplorare una nuova contaminazione musicale, quella fra la pizzica e la musica sinfonica, che caratterizzerà quest’edizione della “Notte della Taranta”. Nomi di primo piano anche per i super ospiti italiani: sul palco di Melpignano saliranno Elisa e il rapper Gué Pequeno.

Le altre novità nel cast riguarderanno l’ampliamento dell’Orchestra popolare della Taranta (formata da 11 musicisti), che accoglierà al suo interno una sezione d’eccellenza di giovani professori. Centrale sarà anche il ruolo della danza e nei prossimi mesi verrà svelato il nome del coreografo dell’evento, insieme a quelli degli ospiti internazionali.

Il filo diretto con la Russia caratterizzerà quest’edizione della “Notte della Taranta”, con l’evento che si proporrà come volano per incentivare il turismo russo in Puglia e nel Salento. Non a caso, la conferenza stampa di presentazione presso l’ambasciata italiana a Mosca rientra in una visita istituzionale che ha come fine quello rafforzare i legami fra i due paesi. Legami che saranno favoriti da una nuova tratta aerea, inaugurata lunedì 16 aprile, che collegherà Bari a Mosca con tre voli a settimana della compagnia low cost Pobeda airlines.

Istituzioni in trasferta internazionale. A Mosca sono volati per l’occasione il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, l’assessore all’Industria turistico-culturale Loredana Capone, il presidente della Fondazione Notte della Taranta Massimo Manera, il direttore artistico del concertone di Melpignano Daniele Durante e il direttore artistico del Festival Notte della Taranta Luigi Chiriatti, il presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva, il Sindaco di Melpignano Ivan Stomeo e il presidente dell’Unione dei Comuni della Grecìa salentina Roberto Casaluci.

I commenti a caldo. “L’attivazione di nuovi voli diretti e il fascino della pizzica consentiranno di attrarre nuovi visitatori  in Puglia”, dichiara il presidente Emiliano. E prosegue: “Oggi la Notte della Taranta rappresenta la metafora dello sviluppo culturale della regione. Il suo brand acquista posizioni nello scenario internazionale ed è determinato da un’alleanza che stiamo portando avanti con impegno e determinazione tra istituzioni, enti pubblici e privati, imprese culturali e creative, perché la cultura è motore di sviluppo sociale ed economico”. Gli fa eco Loredana Capone, che definisce la “Notte della Taranta” “specchio della bellezza di Puglia” e aggiunge: “Il concertone di Melpignano resta un forte attrattore turistico capace di far vivere nuove esperienze di viaggio legate alle emozioni, alla musica, alla danza. La sfida è offrire al visitatore, anno dopo anno, servizi d’eccellenza nell’ottica dello sviluppo sostenibile”.

Il Salento primo in un nuovo importante mercato.  Lo sostiene il presidente della Provincia Minerva, che a margine della visita in Russia dichiara: “Raccontando e mettendo sul tavolo le bellezze della nostra città, i funzionari moscoviti – affascinati dalle immagini e dalle risorse salentine e gallipoline in particolare – hanno deciso di investire sul nostro territorio. Arriviamo così primi in un nuovo ed importante mercato, stipulando accordi con importanti realtà russe e con i membri del governo locale. Inizia così la nostra promozione in questa terra, un’azione decisamente importante e fondamentale per sviluppare sempre di più il turismo estero nella nostra città oltre che nel Salento tutto”.