Lecce – Non hanno fatto sconti, nel giorno dedicato agli acquisti a prezzo ridotto, i carabinieri del Comando provinciale impegnati nell’operazione denominata (per l’appunto) “Black friday”. I militari hanno invece, intensificato i controlli su tutto il territorio salentino rivolgendo particolare attenzione al controllo delle persone sottoposte a misure di restrizione della libertà. Sono stati oltre 100 i militari impegnati nell’operazione che ha coinvolto anche l’unità cinofila antidroga. Nove gli arrestati, venti i soggetti denunciati a piede libero, dodici le persone segnalate alla prefettura per uso di droga.

A Maglie è stato arrestato per stolking nei confronti dell’ex moglie, dalla quale doveva tenersi lontano su disposizione dell’autorità, il 36enne albanese S.L.. Gli atti persecutori e violenti nei confronti della donna sarebbero stati compiuti anche in presenza dei figli minori. L’uomo è finito ai domiciliari. Ad Acquarica del Capo è finito in carcere il 22enne Alessandro Murinu il quale deve espiare una condanna a tre anni di reclusione per i reati di furto e rapina commessi nel giugno 2017 a Sirmione e Peschiera del Garda. A Porto Cesareo i militari hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del 42enne Alessio Rizzello trovato in possesso di 6,5 grammi di cocaina e 0.20 di marijuana. Lo stupefacente veniva venduto ai giovani del posto.

A Muro Leccese è stato deferito in stato di libertà il 18enne F.P. ritenuto l’autore del furto di una bici avvenuto lo scorso 27 ottobre. Altra denuncia a Poggiardo per un 30enne nigeriano ospite nel centro di accoglienza straordinario per richiedenti asilo di Santa Cesarea Terme il quale ha aggredito un operatore del centro con delle forbici minacciando pure una collega. L’extracomunitario è stato pure trovato in possesso di 2,8 grammi di marijuana. A Minervino di Lecce è stato deferito il 28enne G.C., già noto alle forze dell’ordine, perchè los corso 18 novembre al termine dell’incontro di calcio tra la squadra locale e il Toma Maglie tentava, insieme ad un gruppetto di tifosi ospiti, di scagliarsi contro i locali finendo pure per colpire con una gomitata un carabiniere e colpendo con un’asta di bandiera un dirigente dell’Uggiano. A Nardò i carabinieri hanno scoperto il 46enne M.P. che aveva realizzato un allaccio abusivo alla rete elettrica per sottrarsi alla lettura dei consumi ed al pagamento delle bollette. A Morciano di Leuca per ricettazione è stato deferito il 27enne marocchino M.B.H., residente ad Acquarica del Capo, trovato in possesso di un cellulare Samsung S8 oggetto di furto.

Pubblicità

Tanti i controlli da parte dei militari della Compagnia di Gallipoli. Per possesso di marijuana sono stati segnalati alla Prefettura un 19enne di Galatone (0,25 grammi), un 22enne di Atripalda (Avellino) fermato a Sannicola (un grammo), un 25enne di Palagiano, fermato pure lui a Sannicola (un grammo di marijuana ed uno di hashish), un 34enne di Gallipoli (2 di marijuana ed uno di hashish), un altro gallipolino di 38anni (3 grammi), un galatonese (0,7), un 16enne rumeno residente a Galatone (4 grammi) ed un 17enne di Gallipoli (1 grammo).

A Nardò, infine, è stato deferito per omessa custodia di armi un 67enne che deteneva un fucile da caccia Beretta calibro 12, regolarmente denunciato, all’interno di una vano ubicato sul lastricato solare facilmente accessibile.

Pubblicità

Commenta la notizia!