Nessun cenno di stanchezza del Covid. Tra compleanni con cento invitati e contagi familiari. Nel Leccese 59 nuovi casi

2628

Gallipoli – Da 8.825 test sono emersi altre 1.245 persone contagiate dal coronavirus Covid 19. Oltre il 14% il rapporto tra tamponi effettuati e infezioni riscontrate. Il dato che conferma un virus in piena attività, diventa straordinario nel Barese che, da solo, ne conta 579, viene così spiegato dall’assessore e virologo Pier Luigi Lopalco: “L’elevato numero di casi registrati oggi nella provincia di Bari è legato ad un recupero di informazioni da parte del laboratorio del Policlinico, riferite a prelievi analizzati negli ultimi cinque giorni”.

Michele Emiliano e Pier Luigi Lopalco

Nel bollettino di oggi compaiono comunque 25 decessi di cui 17 a Foggia. C’è nel calcolo anche l’ottava vittima della Residenza per anziani di Alberobello. Mentre proprio nel Foggiano si accende un altro focolaio in un ex ospedale con undici ospiti e 13 dipendenti. E sempre nel Foggiano, a San Severo, ci sono voluti i carabinieri per interrompere una festa di compleanno nelle campagne di San Severo: inseguiti e multati alcuni dei partecipanti oltre ai proprietari del terreno.

Monta la protesta nel Tarantino

Non manca nel Tarantino, da qualche tempo con numero di infezioni medio-alto nel panorama pugliese, e con tre decessi per ultimo, la contestazione mossa da un sindacato di medici che chiede senza mezzi termini il commissariamento di quella Asl. Motivo: troppi gli ospedali promiscui, alto il numero di infezioni e contagi col personale medico e paramedico e malati.

Altre scuole intanto sono rimaste con i cancelli serrati, da Melendugno a Valenzano (Bari), Ostuni, San Michele di Bari sempre a causa di casi positivi rivelatisi tra i banchi e tra insegnanti e alunni; il  caso più recente in una scuola privata di Lecce. Una preoccupazione non sufficiente a far calare o almeno a non far aumentare i ricoveri: 73 in ospedale, nei reparti Infettivi Covid (61) e Terapie intensive (12).

Altre scuole chiuse

Nei 59 casi leccesi, incidono ancora il robusto focolaio di Taurisano (partito dai 23 calciatori risultati positivi) con riflessi anche negli istituti superiori di Casarano, e di altri centri della provincia tra cui Ugento, Tricase, Gallipoli, Giurdignano, Cavallino, Calimera. Il Sindaco di Tiggiano ha comunicato l’esistenza di quattro casi. Un altro caso a Salve.

Come già segnalato, aumentano (e pesano) anche le infezioni contratte in famiglia o con persone in isolamento domestico (oggi se ne registrano altri mille in isolamento fiduciario).  I guariti assommano a 7.921. Con un decesso a Ugento, come comunicato in una addolorata nota del Sindaco Massimo Lecci.