Nel Capo di Leuca arcobaleni di speranza contro il Coronavirus: a Patù, Salve e Uggiano #andratuttobene

869
Lo striscione colorato al municipio di Patù

Capo di Leuca – Un arcobaleno e la scritta “andrà tutto bene” si sta diffondendo in diverse città, dalla Puglia e non solo. L’iniziativa nazionale ha coinvolto anche il Capo di Leuca. In queste ore, decine di disegni coloratissimi stanno attraversando il web trasmettendo un messaggio positivo.

Cartoncini, lenzuola, pasta colorata e tanta fantasia contro la paura di un virus che ha rivoluzionato anche le abitudini di grandi e piccini.

Striscioni e colori a Patù

A Patù è il giovane amministratore parrocchiale don Biagio Errico a promuovere l’iniziativa, condivisa e accolta dalle mamme. “In questi giorni grigi serve la positività cristiana, che è diversa dall’ottimismo – spiega. – Si tratta infatti della profonda convinzione che ci spinge a sentirci protetti e amati da Dio e tra di noi”.

Stamattina, uno striscione colorato è stato appeso all’ingresso del Municipio patuense. “Abbiamo davanti a noi una sfida incredibile e inaspettata! È una partita complicata, ma la vinceremo formando un’unica grande squadra. Ci vorranno tempo, tenacia, fermezza e pazienza. E dipenderà tutto da ognuno di noi!”: così il Sindaco Gabriele Abaterusso ha esortato la sua comunità al rispetto delle regole.

#andratuttobene anche a Salve e Uggiano la Chiesa

Anche sul balcone del Municipio di Salve è spuntato lo striscione con la scritta #andratuttobene. “Restiamo a casa, restiamo uniti, insieme ce la faremo” dice il primo cittadino Francesco Villanova, che abbraccia con il pensiero i suoi concittadini esortandoli alla calma e al rigore.

Salvatore Piconese, Sindaco di Uggiano la Chiesa, rilancia l’iniziativa chiedendo a tutte le famiglie di realizzare un cartello o un lenzuolo per poi appenderlo al balcone. “A volte le parole non bastano e allora ci vogliono i bambini e i colori e le emozioni” afferma Piconese. E rivolgendosi alla cittadinanza ribadisce: “È il momento di fare un piccolo sacrificio: rimanere a casa per tutelare la nostra salute e quella dei nostri figli, perché la vita ha un valore inestimabile. Ve lo dico col cuore in mano: rimaniamo in casa. Vi voglio bene”.