Nasce Radiolol, ovvero la web-radio “in Comune”: a Presicce-Acquarica l’idea è del dj Max Del Buono

965

Presicce-Acquarica – Arriva la primavera e a Presicce-Acquarica si accendono i microfoni di Radiolol, la “radio in Comune” (nel senso reale del termine). Non si tratta, intatti, di una semplice webradio “ma di uno spazio, gratuito e accessibile a chiunque, messo a disposizione dei ragazzi della comunità nel quale apprendere tecniche di conduzione, dizione e giornalismo”, come spiegano i promotori.

Radiolol è sul sito internet www.radiolol.net ma può essere anche ascoltata scaricando l’applicazione, disponibile per sistemi operativi iOS, Android e smartphone Huawei. Inoltre sono già attivi gli account social della web radio: Facebook, Instagram e Twitter.

L’ideatore

Ideatore del progetto, sposato dall’Amministrazione comunale, è Max Del Buono, conduttore radiofonico e disc-jockey tra i più apprezzati in Italia, attualmente voce di RDS, forte della sua esperienza trentennale nel mondo della radiofonia (è stato anche docente di conduzione presso l’Università Bicocca di Milano). Sarà Del Buono (di Presicce sono le sue origini) ad affiancare gli aspiranti speaker insegnando loro i format e le strategie della radio oltre ai trucchi del mestiere.

«Corono un altro sogno. Radiolol – commenta Del Buono – non si propone solo come spazio on air, ma allarga la sua visuale creando un laboratorio nel quale ragazzi, studenti e non potranno apprendere le teorie e le tecniche della comunicazione, mettendole in pratica attraverso veri e propri programmi radiofonici». Tra le varie attività, Del Buono e la sua squadra (“i quali sostengono l’iniziativa in maniera del tutto gratuita”, come spiega l’Amministrazione) si impegneranno per dare vita ad uno studio di produzione musicale in digitale permettendo ai giovani di sperimentare la loro creatività e ascoltare le loro composizioni.

“Oltre l’emergenza Covid”

«Parallelamente alla prosecuzione delle attività per fronteggiare l’emergenza sanitaria da Coronavirus – sostiene il sindaco Paolo Rizzo – l’Amministrazione comunale ha voluto tracciare un sentiero capace di ispirare i giovani in questo delicato periodo. Desideravamo un’altra forma di comunicazione, meno rigida da quella istituzionale, in grado di non ingessare il rapporto tra le parti e offrire uno spazio per poter far esprimere i nostri giovani».

Anche l’assessore al Turismo, sport e cultura Natacha Pizzolante, esprime il suo
entusiasmo per l’avvio del progetto: «Da circa un anno conviviamo con regole che impongono il distanziamento fisico, lo stop della didattica frontale e altre attività che favoriscono la socializzazione. Accendere i microfoni di Radiolol, in questo periodo delicato, significa riconsegnare ai nostri giovani un po’ di normalità e proporre loro un mezzo per formarsi e raccontare quella che è la loro dimensione».