caniscioltiGALLIPOLI. Rappresentazioni teatrali e serate culturali: sono questi i principali obiettivi dell’associazione culturale “Canisciolti”, che riunisce una quindicina di soci dai 20 ai 50 anni. «La nostra intenzione – afferma il giovane studente e rappresentante legale Alessio Fasano – è quella di contribuire nel nostro piccolo a diffondere la cultura attraverso lo svolgimento di varie attività nel territorio gallipolino, ma ciò non esclude la futura ambizione di espanderci, raggiungendo un domani i mezzi per svolgere un ruolo anche a livello sovra municipale. In breve, vogliamo fare quello che ci va». A questo proposito la scelta del nome si dimostra tutt’altro che casuale, richiamando per l’appunto questa volontà di porsi nel territorio senza alcun tipo di preclusione, come “cani senza padrone” liberi da imposizioni esterne, ma soprattutto liberi di misurarsi con i più diversi obiettivi. Ad un mese dalla costituzione infatti, numerosi sono i progetti concreti che li vedono coinvolti, a partire da uno spettacolo teatrale firmato dallo stesso Fasano, in scena il 17 e 18 aprile presso il teatro Garibaldi, che conta anche la collaborazione esterna di Luigi Mba Pì Tricarico.

AS

Pubblicità

Commenta la notizia!