Nardò, una tavola rotonda contro la violenza sulle donne

1208
Pantaleo Daniele
Pantaleo Daniele

Nardò – “Giù le mani dalle donne”, una tavola rotonda contro la violenza di genere: l’appuntamento è per venerdì 25 ottobre, alle ore 18, presso l’ex Tribunale di via Falcone e Borsellino, all’interno dell’aula “Lorenzo Capone”.

Dal femminicidio allo stalking passando per il revenge porn: il tema scelto dal Rotary Club Nardò, di profonda attualità, prende in esame la legge Codice Rosso, strumento di repressione e prevenzione di reati contro le donne, i bambini e le categorie più deboli.

Temi e programma 

Inaugureranno il pomeriggio di riflessione i saluti del presidente rotariano Pantaleo Daniele, quelli del Sindaco Pippi Mellone, dell’assessore alle Politiche sociali e per la Famiglia Maria Grazia Sodero, del presidente della commissione Pari opportunità Federica Ruggeri, del comandante della stazione dei Carabinieri di Nardò Vito De Giorgi, del neo comandante provinciale Paolo Dembech (omaggiato di un riconoscimento) e del dirigente commissariato Pantaleo Nicolì.

Nel 1979 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha adottato la convenzione sull’eliminazione di ogni forma di discriminazione della donna, ratificata dall’Italia nel 1985. Di recente, la Legge n. 69 del 2019 ha rappresentato l’evoluzione delle tutele rivolte principalmente al genere femminile in relazione alla discriminazione più importante legata alla violenza, che spesso degenera nella soppressione della vita stessa.

La Legge 69 punto di arrivo o di partenza?

Di questo relazioneranno l’avvocato penalista e familiarista del Foro di Lecce Antonio Palumbo e il giudice, nonché componente della prima sezione collegiale di Lecce, Maddalena Torelli. Coordina Vincenzo Candido Renna.

Ci saranno poi le testimonianze delle rappresentanti di due associazioni impegnate sul territorio nella tutela dei diritti delle donne, Imma Rizzo e Simona Mosco (di Sannicola), rispettivamente della “Casa di Noemi” (di Specchia) e di “Metoxè” (di Sannicola).

L’impegno del Rotary club

La legalità è un punto fermo dell’azione culturale del Rotary club Nardò, che negli ultimi anni si è soffermato con ospiti d’eccezione su temi scottanti come la corruzione, la criminalità organizzata, il bullismo, le tossicodipendenze, le ludopatie.

Il tutto si accompagna a un altro messaggio che da ogni occasione rotariana emerge: l’importanza della collaborazione con le forze dell’ordine.