Nardò – Dopo le luminarie installate nei giorni scorsi, ieri il Comune ha presentato il calendario di appuntamenti natalizi che va ad aggiungersi alle già numerose iniziative messe in piedi da privati e associazioni. Palazzo Personè ha reso pubblico tramite gli assessorati comunali alla Cultura e al Turismo, “Nardò sotto le stelle”, programma di spettacoli e riti che fino al 6 gennaio abbraccia centro storico, chiese e marine.

Le prime iniziative Ad aprire sarà, come da tradizione, la 23esima edizione della “Fiaccolata dell’Immacolata” (8 dicembre in piazza Salandra, dalle 19.30), a cura della Società operaia di mutuo soccorso “Giovanni Zuccaro”. Sempre a cura della Società operaia, quest’anno torna il presepe nel centro storico dello storico sodalizio, iniziativa interrottasi nel 1997. Per l’occasione via Duomo dal 22 dicembre al 6 gennaio ospiterà il presepe artistico del maestro Lino Prete. Dal presepe artistico della Società operaia a quello vivente di Santa Caterina, giunto alla 38esima edizione: 23, 26, 30 dicembre e 6 gennaio i giorni in cui sarà visitabile. Sempre dal 22 dicembre al 6 gennaio, al Chiostro di Sant’Antonio si terrà la 14esima edizione del concorso “Il presepe tra tradizione e attualità”.

Gli eventi a misura di bambino. Tre gli incontri con “Racconti di Natale”, letture animate per bambini organizzate sotto la direzione artistica di “Terrammare Teatro”: 15 dicembre (Museo della città e del territorio), 29 dicembre (Museo della preistoria) e 4 gennaio (Biblioteca Vergari). L’associazione “In viaggio con Momì” di Milena Mosella organizza invece laboratori, animazione e trucca-bimbi con pop corn, zucchero filato e bolle di sapone. Inaugurazione l’8 dicembre alle 17 con l’arrivo di Babbo Natale (info: 389/4293986). Un altro Babbo Natale invece i bambini potranno incontrarlo nel centro storico (via Muricino) ogni weekend dall’8 dicembre al 6 gennaio. Altre iniziative per bambini: laboratori con musica, racconti e giochi presso Masseria Boncuri (via Lecce, zona industriale) nei giorni 8, 9, 15, 16, 22, 23 e 25 dicembre 2018. Qui, grazie alla collaborazione tra il gruppo Scout Nardò 17 di Michele Muci e Sebastiano Bellafronte e il centro didattico “Il tappeto volante”, si potrà visitare il villaggio di Babbo Natale, il tunnel magico degli Elfi e altro ancora. Per gli accompagnatori, verrà allestito dai volontari neretini Ant (Associazione nazionale tumori) “Don Tonino Bello” un mercatino di pensieri solidali. Il 7, 14 e 21 dicembre previste aperture straordinarie per gruppi organizzati e scolaresche. Altra iniziativa, dal 22 dicembre al 5 gennaio, dalle 8 alle 12.30 presso l’oratorio Madonna della Pace (via Roma, 100) Veronica Loiola intratterrà i bambini con laboratori creativi, visite guidate, letture animate, cineforum e musica (info e iscrizioni: 328/7874574).

Pubblicità

Storie ed escursioni Lunedì 10 dicembre al teatro comunale andrà in scena “La vera storia di Babbo Natale”, di Michele Fiore. “Chiese Aperte”: la fortunata iniziativa estiva si ripresenta in veste invernale sabato 22 dicembre, dalle 18 alle 23, a cura di Archeoclub Terra d’Arneo. Escursioni e visite per chi arriva ma qualche trasferta regionale anche per i neretini: sabato 22 dicembre pullman organizzato per visitare i centri storici di Monopoli e Polignano a Mare. Partenze alle 8 da Nardò e Lecce con ritorno in serata; scadenza iscrizioni 14 dicembre (info: 320/7958711).

Concerti in chiesa, teatro in piazza Spazio alla musica: il 12 dicembre alla Chiesa dell’Incoronata “La Santa Allegrezza”, concerto di Enza Pagliara e Dario Muci; il 14 dicembre al teatro comunale “Quando la musica diventa poesia. Tito Schipa si racconta”, evento benefico a cura della “Pro loco Nardò e Terra d’Arneo” (ancora 33 posti disponibili, ndr); domenica 16 dicembre in piazza Salandra “20 anni senza Lucio”, tributo a Lucio Battisti; il 18 dicembre nella chiesa di Santa Teresa “Armonie Natalizie”; il 20 dicembre nella chiesa di Sant’Antonio terza edizione di “Christmas Songs” a cura del Gospel Quartet; il 22 dicembre al teatro comunale “Acqua per la vita”, concerto del Dario Pinelli Trio; il 23 dicembre in Cattedrale “Hator Christmas Edition”, concerto dell’associazione “Hator Music Academy”; il 25 dicembre nella piazzetta di Santa Caterina “La piazza risuona”, evento musicale a cura dei commercianti della marina; il 26 dicembre nella sede comunale di via Falcone e Borsellino “La caminante”, milonga a cura dell’associazione “Almavals”; il 28 dicembre nella chiesa di Santa Teresa “Note di Natale” con il coro della Schola Cantorum “San Gregorio Armeno”; sabato 29 dicembre nella chiesa dell’Incoronata terza edizione del “Concerto di Natale” di Gabriele Papadia; il primo gennaio nella chiesa di Santa Teresa concerto di Anima Acustica “Movie Christmas”; il 3 gennaio al teatro comunale “Concerto di Natale” del coro “Cangiacatepassa”; il 5 gennaio in Cattedrale concerto del coro polifonico del “Caffè Letterario Neritonensis”; domenica 6 gennaio a Boncore seconda edizione di “Befane Tarantate”, con concerto di pizzica.

Capodanno. La notte di San Silvestro, lunedì 31 dicembre, il “menu” del capodanno in piazza Salandra prevede il concerto del cantante Luca Dirisio, l’esibizione del comico Umberto Sardella (noto per i suoi sketch nel fortunato programma di TeleNorba “Mudù”) e i dj che faranno ballare sino alle prime luci del 2019.

Gastronomia e tradizioni culinarie. Domenica 9 dicembre nella parrocchia “Beata Vergine Maria Addolorata” delle Cenate festa con “pettule”, vin cotto e musica; sabato 15 dicembre sarà invece “Christmas and Wine” presso la Cantina sociale di via De Gasperi. Completano il programma mercatini, laboratori per bambini, tombolate e iniziative benefiche. All’interno del Parco Raho, inoltre, dall’8 dicembre al 6 gennaio, sarà allestito il “Palaghiaccio”.

Il commento degli Amministratori «È un programma – sottolineano soddisfatti gli assessori alla Cultura e al Turismo, rispettivamente Ettore Tollemeto e Giulia Puglia (foto) – che valorizza tutto quello che la città ha di bello: luoghi, tradizioni, cucina, eccellenze. E proprio per questo esalta l’identità di Nardò e dei neretini, i quali con entusiasmo hanno contribuito a comporre questo calendario senza lesinare sforzi, idee e creatività”. Per Tollemeto e Puglia “è stato esaltante rinforzare il legame e la collaborazione con le associazioni, con chi fa cultura, insomma con il tessuto della città e di questo siamo molto contenti”. “Ci piace anche il fatto – concludono i due esponenti della Giunta Mellone – che non manchi tanta solidarietà, nello spirito del Natale e perfettamente in linea con il cuore dei neretini».

Pubblicità

Commenta la notizia!