Nardò sostenibile? Si può

1091
Gli studenti di "Vanini" e "Galilei" si confrontano in redazione sui temi energetici. Accanto l'ingegnere Pantaleo Pagliula
Gli studenti di “Vanini” e “Galilei” si confrontano in redazione sui temi energetici. Accanto l’ingegnere Pantaleo Pagliula

NARDÒ. Da una scuola sostenibile a una casa e ad una città sostenibili. Gli orizzonti da allargare sono proprio quelli del progetto portato avanti fino all’anno scorso nelle sedi dell’istituto “Galilei”: “La mia scuola sostenibile” si chiamava, e delle buone pratiche quotidiane legate all’illuminazione e al bilanciamento tra luce solare ed artificiale faceva una fonte di risparmio economico e ambientale. L’animatore e coordinatore di quest’esperienza, durata tre anni, è l’ingegnere Pantaleo Pagliula, che vorrebbe mettere in rete gli enti perché tutte le famiglie della città introducano dei piccoli accorgimenti per il risparmio energetico. Per farlo, ha deciso di coinvolgere il mondo dell’associazionismo: venerdì 21 è la Società operaia di mutuo soccorso, presieduta da Giuseppe Guglielmetti, ad ospitare, nella sede di via Vittorio Emanuele II alle 19, gli ex alunni del Galilei protagonisti del progetto, ormai studenti universitari: «Vorremmo sottoporre agli occhi delle istituzioni – dice Pagliula – il nostro lavoro che in un anno al Galilei ha fatto risparmiare 1500 euro.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!