Nardò si rifà il look per l’estate: via le erbacce, basolato nuovo e partono le navette per le marine

641

Nardò – Taglio erbacce, bus navetta per le marine e basolato da sistemare: sono gli interventi e i servizi che prendono il via in questi giorni per affrontare al meglio la bella stagione.

Strade e marciapiedi liberi dalle erbacce. Il 20 giugno gli operai di “Agriservice Salentina”, soggetto affidatario della manutenzione del verde pubblico, hanno dato il via alle operazioni di sfalcio e pulizia delle erbe di marciapiedi e strade, che proseguiranno fino a sabato 22 giugno in città e nelle marine (circa sessanta vie in tutto). Una situazione effettivamente critica quella delle erbacce tra strade e marciapiedi, soprattutto in un periodo dell’anno immediatamente successivo a piogge abbondanti che hanno favorito la folta vegetazione. Dopo la pausa di domenica, lunedì 24 i lavori riprenderanno su altre vie, sotto la supervisione del geometra Antonio Filoni, direttore esecutivo del contratto di manutenzione.

Il parcheggio di scambio Posto di Blocco

Altro atteso “ritorno” è la navetta gratuita per Santa Caterina e Santa Maria al Bagno, al via da sabato 22 giugno. Si tratta del consueto servizio di collegamento tra il parcheggio di scambio di Posto di Blocco e le due marine. Questi i giorni in cui si potrà usufruire del servizio, dalle 20 all’una: a giugno nei weekend 22-23 e 29-30; dal 1° luglio al 15 settembre tutti i giorni. Il servizio nasce per “spingere” gli automobilisti a lasciare l’auto nell’ampio parcheggio gratuito di Posto di Blocco e raggiungere il mare a bordo della navetta (anch’essa gratuita), evitando così sia di pagare il parcheggio sul lungomare, sia di congestionare il traffico.

Due le linee: il percorso A è quello Posto di Blocco-Santa Caterina con itinerario strada Santa Caterina, strada Santa Maria, strada Torre Santa Caterina, lungomare Cesare Cantù, via Pietro Micca, strada Santa Caterina e ritorno a Posto di Blocco. Il percorso B collega invece Posto di Blocco a Santa Maria al Bagno, con il seguente tragitto: via Santa Caterina, strada Santa Caterina, strada Santa Maria, strada Torre Santa Caterina, lungomare Emanuele Filiberto, via G. Puccini, via A. De Ferraris, strada Santa Maria, via Lissandri, via Erodoto, strada Santa Maria, strada Santa Caterina e rientro a Posto di Blocco. Sono 45 le corse complessive al giorno in orario serale.

Il varco di corso Garibaldi

16mila euro per il basolato. Nel centro storico invece si interviene sui basoli di corso Garibaldi, dissestati a causa dei frequenti passaggi di automobili. I lavori, che iniziano lunedì 24 a cura della ditta “Giannoccaro Costruzioni Stradali”, costeranno complessivamente 16mila euro e riguarderanno circa 200 metri quadri. L’intervento di ripristino e la Ztl in vigore da una manciata di giorni – fa sapere in una nota Palazzo Personè – consentiranno di tutelare il basolato da nuove compromissioni statiche ed estetiche.

Giuseppe Mellone
Giuseppe Mellone

«Speriamo che sia l’ultima volta – si augurano il Sindaco Giuseppe Mellone e il vicesindaco Oronzo Capoti – perché le risorse impiegate per il ripristino dei basoli del centro storico sono davvero troppe. Questo è uno dei motivi per cui abbiamo fatto la scelta strategica di una Ztl h24, che, peraltro, prestissimo sarà estesa anche a piazza Battisti».

A proposito di Ztl, proprio a chi protesta per la sua attivazione il Sindaco così si rivolge: «Si tratta di un’azione discussa per mesi, sperimentata senza interventi sanzionatori, sorretta da un poderoso piano di interventi, cioè circa 100mila euro di spettacoli, eventi culturali e arredo urbano. A beneficio di tutti, non solo di chi vive e opera nel cuore antico della città. A parte chi strumentalizza e sfrutta a scopi politici il comitato, con i quali non vogliamo più perdere tempo, invitiamo commercianti e residenti a rivederci dopo l’estate e a fare il punto della situazione».