Nardò, processione e concerto di “Io, te e Puccia” per la festa di Sant’Antonio

978

Festa di Sant'Antonio NardòNardò – Entrano nel vivo i festeggiamenti in onore di Sant’Antonio da Padova, che culmineranno nella festa di giovedì 13 giugno. Anche quest’anno il programma di appuntamenti civili e religiosi è messo a punto da Comitato festa, Confraternita, Comune e chiesa di Sant’Antonio, situata nell’omonima piazzetta nel centro storico.

Mercoledì 12 giugno, vigilia della solennità, dopo la celebrazione delle ore 18 la processione si snoderà per le vie della città, con partenza alle 20. Questo l’itinerario: chiesa (piazza Sant’Antonio), via San Giovanni, via Zuccaro (con sosta e benedizione a Santa Chiara), corso Galliano, via Ruggiero Pazienza, Raho, Redipuglia, Ingusci, viale Europa, via Sanseverino, Giannone, Pilanuova, Rousseau, Fermi, Serio, Zuccalà, Toti, Grassi, piazza Repubblica, via Cairoli e rientro in chiesa.

Durante la processione ci sarà la benedizione del pane di Sant’Antonio sugli altarini allestiti dai fedeli. Malati o anziani con difficoltà motorie potranno comunque partecipare al rito durante il percorso (per motivi logistici, Comitato e Confraternita chiedono di comunicare anzitempo tale eventualità). L’esecuzione dell’“Inno del Santo” sarà affidata all’associazione musicale “Concerto Bandistico Terra d’Arneo Città di Nardò”.

Pubblicità

Giovedì 13 giugno, giorno della festa, le messe mattutine saranno celebrate ogni ora dalle 6.30 alle 11.30; alle 12 supplica a Sant’Antonio e alle 18 rosario e litanie. A seguire (alle 18.30) la solenne celebrazione eucaristica con preghiera al Santo, canti, benedizione e bacio della sacra reliquia chiuderanno le celebrazioni religiose.

Programma civile: concerto in piazza. Alle 20.30 di giovedì 13 si festeggerà nel piazzale antistante la chiesa con l’atteso concerto folk del gruppo “Io te e Puccia”, formazione musicale di Cutrofiano nata nel 2011. Gli organizzatori sottolineano inoltre l’apporto di ditte e privati che hanno contribuito alla realizzazione della festa: la famiglia Tonio Lepore per l’addobbo del carro per la processione; “Idee Verdi” di Lamberto Dell’Anna per l’addobbo floreale della chiesa e la “Ditta Parisi” per le luminarie.

Pubblicità