Nardò, nella festa per i neolaureati l’annuncio della nascita di un nuovo parco

3420
Smart graduation day: la cerimonia a Nardò

Nardò – Un nuovo parco urbano con un albero per ogni laureato che ha conseguito il titolo durante il periodo del lockdown: ad annunciarlo è stato il Sindaco Mellone nel corso della Smart graduation day, una festa che nella serata di giovedì 17 settembre ha raccolto presso il giardino botanico del castello i neolaureati neretini e le loro famiglie.

L’iniziativa ha voluto festeggiare i giovani che, costretti a discutere la tesi per via telematica durante la fase del lockdown, non hanno avuto l’opportunità di vivere una vera e propria cerimonia di laurea. A ciascun neolaureato neretino – sono 35 in totale – durante la serata è stato consegnato un albero donato dalla Regione Puglia.

Chi sono i neolaureati durante il lockdown

Una neolaureata neretina

Proprio questi alberi costituiranno il primo nucleo verde del nuovo parco che sorgerà nei prossimi mesi in zona San Gerardo, nei pressi della strada che porta a Leverano. Il nuovo parco verrà realizzato sul modello dell’urban park dell’Incoronata.

A ricevere l’omaggio simbolico dell’albero e un attestato sono stati questi giovani neolaureati neretini: Martina Campa (Metodologia dell’intervento psicologico), Paola Cordella (Biotecnlologie), Brigitte Leo (Giurisprudenza), Giulia My (Biologia), Giulio Indennitate (Ingegneria biomedica), Gioele Spagnolo (Scienze biologiche), Silvia Climaco (Scienze biologiche), Paola Granatino (Biotecnologie mediche e nanobiotecnologie), Alberto Castrignanò (Ingegnera dell’informazione), Roberta Antonia Bove (Giurisprudenza), Manuela Rusponi (Architettura), Giovanni Loria (Giurisprudenza), Francesco Pinnella (Scienze animali e produzioni alimentari), Chiara Durante (Infermieristica), Clarissa Indraccolo (Scienze ambientali), Giulia Russo (Architettura).

Uno dei neolaureati durante il lockdown

E ci sono anche Loris Lombardi (Relazioni e istituzioni dell’Asia e dell’Africa), Alberto Degli Angeli (Scienza e tecnica della mediazione linguistica), Nelita Manno (Lingue e letterature euro mediterranee), Valentina Bove (Ottica e optometria), Chiara Calignano (Psicologia e salute), Valentina Rita Paglialunga (Biotecnologie mediche e nanobiotecnologie), Chiara Boncristiani (Biotecnologie del farmaco), Lorenzo Tondo (Studi geopolitici e internazionali), Gabriele Falconieri (Beni culturali), Aurora Martignano (Economia aziendale), Marta Ilaria Manisco (Scienze della natura), Federica Papa (Scienze politiche e delle relazioni internazionali), Marta Zocco (Beni culturali), Sofia Pagliula (Beni culturali), Gabriele Cisternino (Criminologia e studi giuridici forensi), Cristiana Presta (Beni culturali), Mattia Marinaci (Economia e finanza), Mayalma Capone (Intermediari, finanza internazionale e risk management), Enza Gatti (Lingue, culture e letterature straniere).