Don Piero Nestola

Nardò  – “Stella che brilla in questa notte d’inverno, indicando la via dell’eterno tra noi; luce che brilla in questa notte di stelle, rivelando la vera via dell’umanità”. È una delle frasi più belle dell’album discografico “Stella”, prodotto da don Piero Nestola e pubblicato da Bam International. Il lavoro del 48enne sacerdote-cantautore di Copertino, che svolge la sua funzione alla parrocchia “San Gabriele dell’Addolorata” di Gallipoli, sarà presentato venerdì 21 dicembre, alle ore 19,30, presso la chiesa di Santa Teresa di Nardò. L’evento, a scopo benefico, è a cura della onlus Santa Marcellina e rientra nel programma “Nardò sotto le stelle” redatto dall’Amministrazione comunale neretina.

“Cantare il coraggio, la speranza, la tenacia – è il messaggio di don Piero – l’impegno per riscoprire la gioia nel credere e ritrovare l’entusiasmo nel comunicare la fede”. E il suo personale modo di fare ciò è sintetizzato in un album registrato e masterizzato negli studi Albes Production di Nardò, con la collaborazione di Alex Zuccaro (arrangiamenti e programmazione) e Andrea Santantonio (artwork). Una raccolta di tredici canzoni con cui l’autore prova a raccontare storie di incontri e relazioni che, nel cammino della sua vita, non lo lasciano indifferente e, anzi, ne hanno strutturato la personalità e modulato la sensibilità. Gioia, bellezza, tenerezza, speranza, ma anche paura, tristezza, abbandono, assurdità si intrecciano nei percorsi esistenziali affrontati in “Stella”, dalla famiglia alla fede, dall’immigrazione da non temere alla pedofilia da denunciare, sino al fallimento da accogliere.

Tredici stelle come momenti di riflessione. In attesa della pubblicazione e distribuzione dell’album (già disponibile sulle principali piattaforme online quali iTunes, Spotify, Deezer e Amazon), il sacerdote copertinese fa sapere di essere emozionato per aver portato a compimento il lavoro, frutto di una passione per la musica che lo accompagna sin da bambino. “Un cd da ascoltare, vivere e meditare – aggiunge don Piero Nestola – un modo per accostarsi a se stessi, alle proprie esperienze per rimodularle, ma anche ai fatti della quotidianità per imparare a leggerne potenzialità e limiti. È un album che accende tredici stelle, non come bagliori ma come proposte di riflessione poetica e narrativa sugli incontri, sulle persone o i temi, che – conclude – potrebbero segnare la vita di ogni uomo”.

Pubblicità

Commenta la notizia!