Un momento dell’incontro

Nardò – In occasione della Giornata nazionale del paesaggio, il chiostro di Sant’Antonio ha ospitato un incontro sul futuro di Torre Uluzzo, a Portoselvaggio, che a breve beneficerà di un intervento di restauro.

Gli interventi. All’appuntamento, tenutosi giovedì 14 marzo, hanno partecipato l’assessore regionale allo Sviluppo economico Loredana Capone, i funzionari della Soprintendenza Archeologia e Belle arti Antonio Zunno e Serena Strafella, gli assessori comunali Maria Grazia Sodero e Mino Natalizio (rispettivamente ai Servizi sociali e all’Ambiente) e l’architetto neretino Alessandro Giuri. Proprio a quest’ultimo appartiene il progetto di recupero di Torre Uluzzo, commissionato dal Comune di Nardò e finanziato dalla Regione Puglia con 25mila euro.

Valorizzare il Distretto della preistoria. Nel suo intervento, Giuri ha aggiornato la platea sugli obiettivi del restauro conservativo, sull’avanzamento metodologico degli strumenti di analisi e sulle prospettive di valorizzazione. Il complesso studio che ha accompagnato la stesura del progetto farà da base a proposte di valorizzazione che, come evidenziato dall’assessore Mino Natalizio a conclusione dei lavori, si inseriscono nella visione strategica di valorizzazione del Distretto della preistoria di Portoselvaggio.

Pubblicità

Gli organizzatori. Il dibattito, moderato dalla direttrice del Museo della preistoria Filomena Ranaldo, è stato organizzato dal museo stesso, dal Laboratorio ecomuseo dell’archeologia costiera di Nardò e “Rete Ricerca e Territorio”, in collaborazione con Comune, Soprintendenza e Regione Puglia.

Pubblicità

Commenta la notizia!