Nardò, argomenti e decisioni al centro del recente Consiglio comunale

344
Comune di Nardò

Nardò – Secondo ecocentro cittadino, beni della parrocchia Maria SS. Assunta di Santa Maria al Bagno e una “donazione speciale” sono stati fra i temi discussi nel corso dell’ultimo Consiglio comunale, svoltosi nella serata di ieri, giovedì 10 dicembre.

Riguardo il progetto di un secondo ecocentro in città, è stata approvata la variante urbanistica al piano regolatore per renderlo realizzabile. Il nuovo ecocentro sorgerà in via Salvatore Formoso (traversa della strada provinciale n. 17 per Gallipoli) e servirà l’area Sud di Nardò e delle marine di Santa Maria al Bagno e Santa Caterina. All’interno ci sarà anche un’isola ecologica automatizzata che consentirà agli utenti di conferire i rifiuti 24 ore su 24.

Le altre decisioni

Si è poi deliberato a favore della cessione alla parrocchia di Maria SS. Assunta di Santa Maria al Bagno di alcune aree intorno alla stessa parrocchia (piazza Golda Meir): l’obiettivo è quello di mettere ordine nei diritti di proprietà di parrocchia e Comune, dal momento che alcune porzioni di aree da sempre in possesso della parrocchia risultavano – sul piano patrimoniale – di proprietà del Comune. Approvata, inoltre, la sdemanializzazione di una strada interpoderale perpendicolare alla strada Console, che viene così ceduta a un privato.

Nicola Borgia

Il Consiglio ha poi accettato formalmente la collezione di conchiglie donata dal signor Nicola Borgia, 94enne ex docente di matematica. La collezione si compone di circa 2mila esemplari – diversi anche rari e preziosi – provenienti da tutto il mondo. Le conchiglie verranno conservate in alcuni ambienti della Casa del Capitano, struttura prospiciente la Palude del Capitano, nel parco di Portoselvaggio. Qui saranno a disposizione di studenti e ricercatori.