Nardò, da stabilire l’avvio del centro tamponi anti Covid. Taurisano, cento test da rifare per “risultati anomali”

5543

Nardò – Taurisano – Sono giorni di cambiamento nelle due postazioni avanzate di Taurisano e Nardò, a cura della brigata Pinerolo dell’Esercito, Marina militare, Servizio sanitario nazionale e Asl Lecce, riservate ai tamponi faringei anche in modalità Drive Through, cioè senza scendere dall’auto.

Il montaggio della struttura e la sanificazione della stessa sono state effettuate un paio di giorni fa a Nardò, nel piazzale prospiciente la foresteria di Boncuri su via Lecce. L’annuncio del servizio straordinario prevedeva l’avvio della operazione Igea già da ieri ma qualcosa ancora non deve essere al suo posto se da nessuna delle parti impegnate è stato reso noto il programma.

Da fissare il giorno dei primi test

Si sa soltanto che ai tamponi per scoprire l’eventuale positività all’infezione da Covid 19 potranno accedere tutti coloro che saranno in possesso della prescrizione da parte dei medici dell’Asl. In base alle prenotazioni, come accaduto a Taurisano, si procederà  per gruppi di prenotati. Va ricordato che, in base al report settimanale dell’Asl Lecce, i contagiati attivi a Nardò sono 23.

In attesa delle necessarie comunicazioni a Nardò, a Taurisano oggi si è passati ad un regime di cento test al giorno; finora il centro mobile aveva viaggiato al ritmo di 150 test per un totale di oltre 1.200. Ma qualcosa oggi è andato male nelle operazioni di analisi dei tamponi, se è stato deciso di ripetere domani i tamponi alle stesse persone di Taurisano, anche se residenti a Ugento.