Nardò, centro storico proprio da Oscar. Gran finale il 27 con Niccolò Fabi

2447
PzzSlnt_32_01.indd
Mattinata del 10 agosto: operai installano finalmente l’ormai “famoso” (per quanto se n’è parlato) dissuasore

niccolo--fabi.jpg___th_220_220Nardò. E il centro storico si “gode” la discussa chiusura al traffico. Proprio in questi giorni gli operai sono al lavoro per installare il dissuasore elettronico all’ingresso di corso Vittorio Emanuele per impedire alle auto l’accesso in piazza Salandra. Un divieto finora regolamentato da semplici transenne, che talvolta qualche automobilista ha “garbatamente” spostato per passare, ignorando norme e prescrizioni. La polemica rimasta ancora in piedi riguarda “i tempi”: da più parti infatti c’è chi ritiene che la chiusura al traffico sarebbe stata utile solo dopo il trasferimento nel centro storico degli uffici comunali (operazione prevista per settembre) e aver migliorato i servizi necessari alla pedonalizzazione della piazza.

Se le polemiche non si placano, lo stesso si può dire della musica. Concerti e feste di piazza animano le serate estive e nuove attività aprono i battenti. O li riaprono, come nel caso dello storico “Caffè Parisi”, nel cuore di Piazza Salandra, che dopo anni di chiusura è stato restituito alla città lo scorso 5 agosto grazie all’intraprendenza di un giovane imprenditore neretino. Ma torniamo alla musica di “Mediterraneo insieme…”, tutta gratuita. Dopo i “Minimal Klezmer trio”, esibitisi davanti alla Chiesa di Santa Teresa l’11 agosto, il 13 è la volta della “Barcellona Gipsy Klezmer Orchestra” in piazza Salandra: si tratta di un collettivo con sede a Barcellona ma dalle origini più disparate (Serbia, India, Italia, Francia, Spagna, Grecia, Messico, Germania). Il 18 agosto invece un trio tutto neretino composto da Giuseppe Tarantino, Raoul De Razza e Marco Tuma suonerà davanti al sagrato della Chiesa di San Domenico su testi di Livio Romano. Il 20 agosto, di nuovo in piazza Salandra, si esibiranno i “Kerkim” e Maria Mazzotta per un progetto che prevede l’incontro tra il Salento e le altre culture musicali mediterranee. Il 25 agosto invece la Chiesa della Purità farà da sfondo alle “Lamedabarba”, quartetto siciliano che esegue musica strumentale di stampo italiano ed europeo, dal repertorio mandolinistico seicentesco al repertorio classico popolare di fine Ottocento e inizio Novecento. Il gran finale agostano il 27, con il concerto in piazza Salandra di Niccolò Fabi (a sinistra). Ultima curiosità: ad aver scelto Nardò per le vacanze estive è anche l’attore Toni Servillo, che in questi giorni alloggia proprio nella città vecchia. Insomma, un centro storico da Oscar.