Nardò, al Polo 1 progetto “dall’uva al vino”

2717

NARDÒ. “Dall’uva al vino”: esperienza formativa portata a termine con successo per i bambini della scuola dell’infanzia del Polo 1, da quest’anno sotto la guida della preside Maria Gabriella Caggese. Tutti i plessi frequentati dagli studenti più piccoli in città, sono stati coinvolti nell’iniziativa “stagionale”, grazie alla quale partendo dall’uva (sia bianca, sia nera) hanno prodotto il mosto, che fermenterà e sarà gustato a san Martino, ma anche delle buone marmellate da assaggiare tutti insieme. I bambini del Comprensivo c’hanno messo le mani, e soprattutto i piedi: dopo aver imparato i nomi specifici di ogni parte della vite, e aver sezionato il singolo acino del frutto scoprendolo dall’interno, guidati dalle insegnanti si sono messi a pestare l’uva, come vuole il metodo tradizionale. Attività, per i piccoli, divertente ma anche istruttiva. Il Comprensivo continuerà nei prossimi giorni a lavorare sul tema insieme agli alunni: proprio per il giorno di san Martino, le insegnanti del plesso di via Crispi (scuola primaria), grazie anche ad un’idea e all’aiuto di qualche genitore, sono alle prese con la preparazione di una piccola rappresentazione che ripercorrerà la storia del santo e le tradizioni dell’11 novembre. Un vero cavallo accompagnerà san Martino nei pressi dell’istituto, dove ad attenderlo ci sarà insieme ai bambini il mendicante che il santo aiutò come la tradizione tramanda.