Nardò, a Torre Inserraglio un tratto di spiaggia libera per i cani

1449
Torre Inserraglio
Torre Inserraglio – veduta aerea

Nardò – Dalla prossima estate un tratto di spiaggia sul litorale neretino accoglierà gli amici a quattro zampe: a Torre Inserraglio, infatti, sarà consentito il libero accesso e la permanenza dei cani, in ossequio alla legge della Regione Puglia n. 56 del 17 dicembre 2018.

L’area individuata dalla Giunta del Sindaco Giuseppe Mellone è di circa 9.800 metri quadri a nord di Torre Inserraglio, in area demaniale libera. Qui agli animali sarà consentito accedere accompagnati dal proprietario o altro detentore. Con la possibilità, perché no, anche di un bagno: nello specchio d’acqua antistante sarà infatti consentita la balneazione (sino a quattro animali contemporaneamente per ogni proprietario).

La spiaggia dog-friendly si raggiunge dalla strada provinciale 286, svoltando su via Socrate. A breve il tratto interessato, annuncia il Comune, sarà segnalato da apposita cartellonistica multilingue. Va ricordato che restano in piedi i divieti vigenti sul resto del litorale, poiché il Piano comunale delle coste stabilisce che in aree non autorizzate, attrezzate e segnalate, durante la stagione balneare è vietato condurre o far permanere qualsiasi tipo di animale, anche se munito di museruola, guinzaglio e microchip.

Ringrazia gli uffici comunali l’assessore all’Ambiente Mino Natalizio, che sottolinea anche come il provvedimento adottato sia nato “da un’esigenza sociale molto diffusa, visto l’elevatissimo numero di turisti e neretini che detengono animali domestici”.

Gianluca Fedele
Gianluca Fedele

Misura di civiltà e buon senso. “Finalmente – aggiunge il consigliere delegato al randagismo Gianluca Fedele – chi possiede un cane potrà beneficiare di una spiaggia dedicata, evitando infrazioni e sovente anche qualche dissidio con i bagnanti. Quella della Regione è una misura di civiltà e buon senso, che credo metta tutti d’accordo. La delibera della nostra Giunta – conclude il capogruppo in Consiglio di Andare Oltre – arriva alla fine di un percorso condiviso da uffici, assessorato e guardie zoofile, che meritano in modo particolare il nostro ringraziamento”.