Nabil, Raf Qu e Cesko messaggi e note di pace e solidarietà

1385

metoxeL’iniziativa di Metoxè prende l’avvio nel 2013, anno di nascita dell’associazione. «L’evento raduna in sè tutti gli scopi associativi – commenta la presidente Simona Mosco – dalla promozione del territorio e del patrimonio storico e artistico alla musica che veicola messaggi sociali». Nel 2013 si esibirono Cesko degli Aprés la classe (nella foto a sinistra con al absso Michele Minerva), Nabil Bey dei Radioderwish (che incantò il pubblico con l’interpretazione di “Terra amara” di Domenico Modugno cantata in italiano e in arabo) e Michele Cortese (di Gallipoli). Nel 2014 si esibirono i Radioderwish e Raf Qu, con il patrocinio morale delle ambasciate di Palestina e Slovenia, l’Associazione pugliesi nel Mondo, l’Università del Salento e il Centro Ellenico di cultura di Milano. L’edizione 2014 vide l’impegno di Metoxè in una raccolta farmaci a favore di Gaza e all’evento presenziò l’ambasciatrice palestinese Mai Alkaila (al centro nella foto tra Nabil e la Mosco). Lo scorso anno, a pochi giorni dall’evento, la location “scivolò” dalla collina a “Punta Pizzo” di Gallipoli (in seguito alle polemiche in merito all’avvio dei lavori sulla sentieristica) coinvolgendo comunque tantissimi appassionati presso il Cotriero. L’evento ebbe il nome di “Tramonto 2015, Mediterraneo dei popoli, 1991 – 2015 storia di una integrazione” e registrò la presenza del Consolato albanese con la sua rappresentante Monika Zguro. Ad esibirsi, prima del cantautore Sergio Caputo, furono i “Gens Vibes” gruppo sannicolese composto da Marco e Ylenia Giaffreda, Antonio Marulli, e Francesco Paturzo. L’edizione 2015 ebbe il patrocinio morale dalle ambasciate di Palestina, Albania e Malta.