Muro Leccese, Shakespeare in salsa salentina nell’apertura della rassegna di Teatro “La Bussola”

890
Lo spettacolo teatrale “Mesunnài”

Muro Leccese – Riparte venerdì 21 febbraio la rassegna teatrale “Palcoscenico”, appuntamento culturale ormai consolidato che giunge quest’anno alla sua 15esima edizione, organizzato dall’associazione “La Bussola”.

Spettacolo di apertura della stagione sarà “Mesunnài, di Scazzamureddhri, di Macàre e di altri sogni”, rilettura di “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare per esplorare miti e simboli dell’immaginario salentino attraverso il filtro della letteratura straniera. L’appuntamento è al Teatro “La Bussola”, venerdì 21 alle ore 21. Info e prenotazioni ai numeri 338.9016288 – 0836.341413.

Luigi Giungato

Lo spettacolo

Dalla drammaturgia shakespeariana ai cunti salentini il passo è più breve di quanto si possa immaginare” spiega Luigi Giungato, autore del riadattamento, regista e interprete dello spettacolo.

Nel Puck shakespeariano – prosegue Giungato – si può facilmente scorgere il folletto dispettoso che dorme sulla pancia dei disgraziati e che risponde al nome di “Scazzamureddhru”; in Titania e nelle sue fate un esercito di Macàre; nella fuga per il bosco degli amanti sventurati, la fuitìna tipica di un Salento che si oppone alla violenza dell’amore imposto”.

In scena con Giungato ci saranno l’attrice e direttrice artistica della rassegna Patrizia Miggiano, Andrea Pasca, Fausto Gualtieri, Chiara Montefusco, Chiara Renna, Pierpaolo De Lumè, Giovanni Serini, Andrea Cananiello, Maria Lucia Bleve e Benedetta Fedele. Alla chitarra Francesca Falcone. Percussioni a cura di Giovanni Serini; disegno luci di Alessio Fasano.

La rassegna oggi, nel ricordo di Enzo Donno

Enzo Donno

La rassegna “Palcoscenico” prosegue dunque nel solco della sua tradizione portando avanti l’eredità lasciata da Enzo Donno, compianto presidente dell’associazione “La Bussola”. A raccogliere il suo testimone è la direttrice artistica della rassegna Patrizia Miggiano, che dichiara: “Con un entusiasmo da giovane folle e una dedizione da vecchio saggio, Enzo ha costruito un teatro così come si pianta un albero, consegnandoci uno spazio in cui ascoltare storie, creare immaginari, esprimere inclinazioni, vocazioni o semplicemente passioni”.

Dal suo posto in prima fila, sedia A8 – prosegue Miggiano –, Enzo ha applaudito, ammirato, osservato con sguardo attento e critico le compagnie, tante, che si sono avvicendate nel corso degli anni. Ora noi faremo quello per cui lui ha così convintamente lavorato, perché certi fiumi sono inarrestabili, perché il teatro è una promessa”.

I prossimi spettacoli

Dopo l’apertura di venerdì 21 febbraio, la rassegna “Palcoscenico” prosegue con altre 6 date in cartellone: 6 marzo “Questi fantasmi!” di Eduardo De Filippo (presso Teatro “La Bussola); 27 marzo “A Vigevano si spacca. Storia a tratti musicale di chi canta Rino Gaetano” (Nuovo Auditorium comunale); 3 aprile “Il papà in affitto” (Teatro “La Bussola”).

E ancora 24 aprile “Goodbye Scu” (Nuovo Auditorium comunale); 15 maggio “L’uomo, la bestia, la virtù” di Luigi Pirandello e 29 maggio “Miseria e nobiltà” (entrambi al Teatro “La Bussola”).