Multe in aumento a Casarano: in attesa delle “strisce blu” c’è lo “street control”

1585

Casarano – Multe in aumento a Casarano. Il dato emerge dalla relazione annuale sull’attività della Polizia locale reso noto, come tradizione, in occasione del patrono San Sebastiano. Quest’anno, però, non si terrà la consueta cerimonia religiosa “considerata la pochezza numerica del personale in organico e di quello effettivamente in servizio”, come comunicato dal nuovo comandante “facente funzioni” Vincenzo Ferenderes. Ad oggi, infatti, gli operatori sono appena dieci (oltre ad un collaboratore amministrativo). I verbali elevati per violazioni del Codice della strada nel corso del 2017 sono stati 1415 (ben 1130 soltanto negli ultimi tre mesi), quasi il doppio rispetto all’anno precedente. Da ultimo ad integrare l’attività degli agenti c’è anche il ricorso allo street control, l’apparecchiatura elettronica in grado di rilevare automaticamente la presenza di veicoli in sosta in doppia fila, ovvero sugli stalli per disabili o su attraversamenti pedonali, intersezioni stradali e marciapiedi dove vige il divieto di sosta e di fermata, ma anche i veicoli sprovvisti di copertura assicurativa e di collaudo. I controlli effettuati con l’ausilio dello “street control” (ma anche per le nuove zone a disco orario) sono stati nel complesso  693 mentre è dalla fine del 2014 che mancano i verbali degli ausiliari del traffico per le irregolarità nel servizio di parcheggio a pagamento (la riattivazione delle “strisce blu” è attesa nel corso dell’anno in seguito all’espletamento del nuovo bando). Gli incidenti stradali rilevati sono stati nel complesso 84, dei quali uno mortale, 39 senza  feriti e 44 con feriti (74 le persone a referto). I vari dissesti segnalati (tra buche e segnaletica divelta) sono stati 159 mentre 451 i guasti alla pubblica illuminazione segnalati all’ufficio tecnico comunale.

Volontari da ringraziare – Proprio in considerazione della cronica carenza di organico del Corpo (che ha perso il comandante Gabriele Marra ed ha accolto l’agente scelto Antonio Verona), un “ringraziamento particolare” viene rivolto  ai “Nonni vigile” Antonio De Donno, Rita Ingrosso, Giovanni Conte, Eugenio Toma, Giuseppe Bortone, e al personale di vigilanza ausiliaria Donato De Donatis e Francesco Legittimo, “per l’attività di vigilanza prestata con grande senso civico a favore dei nostri giovani studenti”, e ai volontari che collaborano nello svolgimento di alcuni servizi: Donato Buellis, presidente della Protezione civile e Volontari, Gabriele Scappaldi, presidente della Protezione civile Primo intervento, ed ai suoi collaboratori Giuseppe Ventura, Giovanni Conte, Eugenio Toma, Renato Coti, Silvia Carbone, Maria Luce Scappaldi, Simona Carbone, Stefano Fasano, Federico Cossa, Andrea Muscella, Alessio Fasano, Andrea Crimi e Vittorio Amici, “per l’impegno profuso e per la costante presenza in tutte le manifestazioni svoltesi in città”.