Multa sulle multe (ingiuste)

1390

multaACQUARICA. Opporsi a una multa considerata ingiusta costa di più. È quanto previsto dal decreto Renzi-Madia del 25 giugno 2014 che ha portato il costo del contributo unificato da pagare per presentare ricorso al giudice di pace da 37 a 43 euro. Anche grazie a questo decreto il numero dei ricorsi si è ridotto e gli incassi provenienti dalle multe per infrazione al codice della strada sono aumentate, rimpinguando le casse di tantissimi comuni. Se si considera che per una multa per eccesso di velocità non superiore a 10 chilometri orari, si usufruisce di uno sconto del 30% pagando entro 5 giorni, si capisce come anche in presenza di una multa ingiusta tantissima gente preferisca pagare. Ma Antonio Cantoro, operaio 57enne di Acquarica, non ci sta a subire questa logica ed è ostinato a presentare ricorso. Giorni fa gli veniva notificato un verbale dal Comando di Polizia Municipale di Taranto con il quale gli si contesta di aver lasciato il 6 dicembre 2016 alle ore 05,25 in sosta il veicolo di sua proprietà in via Fortini Pietro, su area ove era stato apposto il cartello di divieto di sosta per l’esecuzione di lavori di pulizia.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!