Minervino, sconto sulla tassa rifiuti se usi il superbonus da 110%. Pensando pure a Bodini

1056

Minervino di LecceMinervino – Sconto sulla tassa sui rifiuti (Tari) per i cittadini di Minervino, Specchia Gallone e Cocumola che decideranno di utilizzare il superbonus del 110% per migliorare l’efficienza energetica delle loro abitazioni. Con una delibera di Giunta, infatti,  è stato dato mandato al responsabile dell’ufficio Tributi di “formulare diverse ipotesi, valutando una riduzione che potrà essere compresa fra il 10 e il 30% delle tariffe in vigore”.

Cos’è il Superbonus Il cosiddetto Decreto rilancio, emanato per far ripartire l’economia, ha previsto il Superbonus, cioè una detrazione del 110% sulle spese sostenute per chi effettuerà interventi di isolamento termico, sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale nei propri condomini o abitazioni singole. La detrazione fiscale vale per i lavori effettuati dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

Benefici per la comunità e la salute

«Da sempre sostengo – dichiara il Sindaco Ettore Caroppo – che le Amministrazioni comunali debbano essere in prima fila nel sostenere, informare e promuovere tutte quelle attività che portano dei benefici non solo ai singoli ma all’intera comunità. Il Superbonus è uno strumento che diventa strategico anche  per l’abbattimento delle emissioni di anidride carbonica».

Si augura perciò che si attivino velocemente le famiglie, soprattutto le meno abbienti che a costo zero potranno usufruire di lavori che in condizioni normali avrebbero un costo elevato.

Lo scopo della “gara”

Per spingere verso questa scelta virtuosa, l’Amministrazione contribuisce anche  con l’abbattimento della Tari. «Il Comune di Minervino di Lecce – conclude Caroppo – dovrà ambire ad essere uno tra i Comuni d’Italia con il maggior numero di emissioni abbattute e quindi con il più alto numero di interventi energetici anche con l’utilizzo del Superbonus».

Un consiglio per gli abitanti di Cocumola Nel ristrutturare la casa bisogna fare attenzione anche ai particolari estetici. Caroppo invita gli abitanti di Cocumola a ricordare i versi del “loro” poeta, Vittorio Bodini: “Un paese che si chiama Cocumola / è / come avere le mani sporche di farina / e un portoncino verde color limone. / . Come dire che prima del Comune, Bodini aveva tracciato le linee principali di un Piano del colore: facciata bianca e porte verde limone.